Categoria:

Le lastre in polistirene possono essere sostenibili? Quelle di REXPOL si!

Nell’immaginario collettivo polistirolo e sostenibilità sono in antitesi. La realtà, però, ci dice che il polistirene espanso sinterizzato (EPS) può essere inserito in un processo di economia circolare. Proprio sulla possibilità di riduzione degli impatti ambientali, Rexpol ha costruito negli anni un percorso di innovazione che permette oggi – anche grazie al ruolo di piattaforma di riciclo PEPS – la produzione di lastre in EPS per l’isolamento degli edifici utilizzando materia riciclata in una percentuale non inferiore al 10% rispettando così i CAM (Criteri Ambientali Minimi). I CAM oggi non rappresentano solo un pre-requisito per partecipare alle gare pubbliche ma costituiscono una condizione fondamentale per accedere al Superbonus 110%. L’impegno ambientale dell’Azienda affonda le radici nel tempo.

 

Da anni, infatti, molti prodotti sono stati sottoposti a quell’analisi LCA (Life Cycle Assessment) che permette non solo di valutare l’impatto ambientale lungo tutto il ciclo vita ma di ottenere la Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD), oggi fondamentale per dimostrare proprio la rispondenza ai CAM. La gamma prodotti Rexpol copre tutte le parti dell’edificio (sistemi costruttivi sismoresistenti, solai termoisolanti, sottotetti ventilati, pannelli per riscaldamento a pavimento, sistemi a cappotto) assicurando la progettazione e la costruzione di edifici a basso impatto energetico e rispondendo alla richiesta di sostenibilità sempre più importante per progettisti, installatori e committenti.

 

Info: www.rexpolgroup.it bonus110@rexpolgroup.it