Categoria:

Tecnoinox: innovazione utile per la ristorazione

Efficientamento, produttività, risparmi e credito d’imposta al 50% per gli imprenditori della ristorazione

 

«La ristorazione ha vissuto momenti di grande difficoltà e noi vogliamo essere parte della soluzione. Lavoriamo quindi per fornire concreto supporto allo chef e a chi investe sull’ospitalità, nonché ai nostri partner commerciali». Entra subito nel cuore del discorso Mario Giacomini, Amministratore Unico di Tecnoinox. «Il rilancio della ristorazione oggi passa per l’innovazione utile e la riorganizzazione del lavoro in cucina. Maggior efficienza, zero sprechi e costanza di risultato sono più che mai fondamentali dopo la pandemia per lavorare con soddisfazione».
Tecnoinox, impresa manifatturiera di Pordenone specializzata nella produzione di soluzioni per la cottura, al servizio della ristorazione dal 1984, ha elaborato una gamma di prodotti – linee e isole di cottura, forni combinati, salamandre – e di servizi fatti proprio per valorizzare il lavoro in cucina, specie in condizioni di elevata complessità e incertezza.

 

Con “Zero Pensieri” Tecnoinox ha lanciato un innovativo modello di business – il pay-per-use – che mette a disposizione di chef e ristoratori i forni digitali più avanzati senza necessità di acquisto. Tramite i propri partner tecnico-commerciali, infatti, Tecnoinox offre agli esercenti il modo per investire senza appesantire i bilanci. Con il sistema pay-per-use di Tecnoinox il ristoratore beneficia di un forno professionale di gamma top per 36 mesi, al prezzo di un’accessibile tariffa mensile che comprende un service pack completo: 1.000 ore d’uso, trasporto, installazione, registrazione e connessione al servizio TAP Cloud, avviamento con training curato da uno chef Tecnoinox, manutenzione programmata semestrale e assistenza tecnica garantita entro 48 ore. Alla scadenza del contratto, il cliente sceglie se acquistare il forno TAP pagando una modica cifra oppure restituirlo.

 

«Il Pay-per-Use è nato grazie all’evoluzione tecnologica che, con il progetto Cloud, ha permesso di mettere in rete i nostri forni TAP. I contributi del nostro Direttore tecnico, Riccardo Giacomini sono stati fondamentali» – ci illustra Mario Giacomini. «Con “Zero Pensieri” supportiamo i ristoratori offrendo loro l’accesso agevolato a TAP, uno strumento di lavoro fondamentale per migliorare servizio e redditività».
Mario Giacomini aggiunge che l’innovazione si fa rivoluzionando in modo positivo l’organizzazione in cucina: «Molti ristoratori con la crisi Covid-19 si sono re-inventati con l’asporto e il food delivery. Oggi si torna a lavorare in sala, senza rinunciare all’asporto. È perfetto per integrare i ricavi, ma per generare profitto serve un efficientamento dei cicli di lavoro. TAP, magari in abbinamento a un abbattitore in un sistema Cook&Chill, razionalizza il lavoro in cucina con cotture multifood, permettendo un’efficiente gestione del tempo e la piena valorizzazione delle materie prime. Assicura una qualità eccellente e costante delle pietanze con un food cost corretto».

 

Riccardo Giacomini ci spiega inoltre che il Polo Tecnologico Alto Adriatico, ente riconosciuto dal MISE, assevera che i forni professionali TAP rispondono ai requisiti del Piano Industria 4.0. Ciò significa che i ristoratori che vogliono acquistarli e inserirli nel proprio sistema-azienda hanno la facoltà di accedere al credito d’imposta del 50%.
«Tecnoinox innova e sperimenta mantenendo il focus su partner e utenti e sulle loro esigenze» conclude Chiara Tonon, marketing manager. «Nel 2021 lavoriamo molto anche sui servizi per creare nuove modalità di contatto e nuove soluzioni. Con gli smart glasses e la nostra showroom virtuale offriamo esperienze immersive avvincenti. Alla fiera HOST presenteremo ulteriori novità di prodotto e di servizio».

 

Info: www.tecnoinox.it