Viesse Pompe un primato italiano: quando vincere il passaggio generazionale è di casa

Tra i vari primati che detiene l’Italia, vi è quello dell’invenzione delle pompe autoadescanti. La sua storicità è portata avanti dalla Viesse Pompe S.r.l., che, grazie ad un’idea geniale dell’ing. Todeschini, costruì la prima pompa autoadescante con la “corazza”, una voluta che protegge la pompa e che fa risparmiare l’utilizzatore. Le invenzioni non si fermano e poco dopo nasce la prima girante a doppia curvatura, grazie anche al supporto dell’Università di Padova.

 

Dal 2015, l’azienda viene acquistata sotto l’egida di nuovi soci e di Pompe Zanni che vanta da più di mezzo secolo di esperienza nel settore e scioglie, subito dopo, le redini del passato lasciando che le nuove generazioni la portino avanti. Non passa molto tempo che la nuova Viesse fa emergere il suo potenziale con aumenti di fatturato incredibili nonostante le situazioni economiche avverse tra cui il COVID. Tra i grandi impianti innovativi degli ultimi anni, Viesse conta primati tra cui, il Mose di Venezia, l’Alta Velocità ferroviaria italiana, pescicoltura del salmone Norvegese, Ballast di navi come Costa Crociere ed il nuovissimo impianto tecnologico, nell’entroterra Kazako, dove la Viesse gioca un ruolo chiave per il rilancio dell’acqua. Viesse segna un successo dopo l’altro fino ad arrivare al 01 agosto 2021, fondendosi con il ramo d’azienda, Pompe Zanni Srl, portando avanti sia storicità che innovazione delle pompe. Oggi Viesse è pronta per una nuova sfida che svelerà in occasione della fiera dell’EIMA a Bologna.

 

Info: www.viessepompe.it