Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

4CleanPro: qualità Made in Italy

4CleanPro è una azienda fiorentina specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di apparecchiature professionali dedicate all’igienizzazione di ambienti “critici” come strutture ospedaliere, case di riposo, piscine, caseifici, industrie alimentari e strutture industriali in genere. Attiva dal 2010 a Campi Bisenzio (in provincia di Firenze) rappresenta la scommessa vincente dei due fondatori, Patrick Vangestel e Lorenzo Pacini, e del terzo socio Roberto Luzzi - subentrato nel 2012 e titolare della quota di maggioranza. Il primo è un belga che 32 anni fa si è trasferito in Italia e ha scelto di rimanerci a vivere. Ha una profonda esperienza tecnica, avendo a lungo lavorato nel settore dell’assistenza delle macchine industriali, e all’interno di 4CleanPro si occupa di seguire gli aspetti strettamente legati alla produzione. Pacini cura il reparto dedicato alla progettazione e al disegno delle macchine, mentre Luzzi era già in rapporti con gli altri due in qualità di fornitore dei telai delle apparecchiature, con la sua OMCF. Si fece avanti per entrare in società quando Vangestel gli prospettò questa opportunità, spiegando come 4CleanPro fosse alla ricerca di imprenditori disposti ad investire nel progetto durante un periodo di crisi generale che l’intero settore industriale italiano stava attraversando. La scelta rivelatasi vincente è stata puntare su prodotti di altissima qualità, realizzati utilizzando materiali esclusivamente prodotti in Italia. «Oggi molte aziende, anche quelle più famose e diffuse sul mercato, scelgono di produrre all’estero e di ricorrere a componenti cinesi», spiega Patrick Vangestel. «Noi abbiamo fatto una scelta assolutamente diversa – aggiunge – ogni nostra macchina è creata con componenti provenienti tutte dal mercato italiano. Perché il nostro orientamento è ottenere il massimo della qualità da ogni realizzazione, e nulla più del Made in Italy può garantire che ciò avvenga». Il risultato di questa politica industriale sono macchinari di alta ingegnerizzazione e dotati di funzioni complesse come la trazione con motore differenziale diretto, oppure i sistemi di dosaggio e miscelazione acqua/detersivo progettati per assicurare un basso impatto ambientale e la riduzione dei consumi. Attualmente gli apparecchi in produzione sono Amica, Gaia, Leila e Mira. Quest’ultima può essere considerata il prodotto di punta dell’offerta a marchio 4CleanPro. A differenza degli altri, tutti caratterizzati da grandi dimensioni e destinati dunque ad operare in ambienti particolarmente ampi, ad un occhio inesperto Mira può addirittura sembrare un elettrodomestico, come un aspirapolvere o una lucidatrice. Ma è soltanto apparenza, perché nei suoi 28 chili di peso Mira coniuga la tecnologia necessaria per igienizzare in profondità ogni ambiente alla elevata maneggevolezza data soprattutto dal timone snodato che può essere rotato fino a 360 gradi. Soluzione che permette di arrivare dove nessuna altra apparecchiatura di questo genere è in grado di spingersi. Ciò l’ha posta, già prima dell’emergenza sanitaria provocata dal coronavirus, in cima alle scelte di strutture ospedaliere e case di riposo, nonché strutture del settore HO.RE.CA., per la facilità di intervento sotto i letti, i tavoli e negli spazi più angusti a fronte della totale garanzia di sanificazione offerta. «Il telaio – dice Vangestel – è completamente in acciaio inox, il serbatoio, dove vengono versati il detergente o il sanificante mescolati con l’acqua, ha una capacità di tre litri e le due spazzole sono controrotanti per assicurare anche dal punto di vista meccanico il massimo effetto pulente. Inoltre, la macchina è dotata di un tergitore, cioè una bocchetta che durante le operazioni di pulizia aspira l’acqua ormai sporca e la deposita in un serbatoio di recupero. In pratica, Mira lascia dietro di sè il pavimento già asciutto e questo consente di ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile. Info: www.4cleanpro.com