A scuola con la VMC Aldes

Quando si parla di comfort negli ambienti indoor si pensa quasi esclusivamente alla temperatura ambiente, l’illuminazione, gli arredi e le dotazioni tecnologiche a servizio degli occupanti. L’importanza della qualità dell’aria negli edifici non è stata considerata fino all’avvento del Covid-19.
Questa pandemia ha posto l’accento sull’importanza del rinnovo dell’aria negli ambienti chiusi (scuole, uffici o abitazioni). Numerosi studi hanno evidenziato come la corretta ventilazione possa ridurre la concentrazione di particelle infette fino al 99%.

 

Nel report nr.5 di aprile 2020, l’ISS (Istituto Superiore di Sanità) evidenziava il ricambio dell’aria negli ambienti domestici e lavorativi come arma efficace per la riduzione del rischio di contagio.
Purtroppo nelle scuole esistenti l’unica via percorribile è stata quella di aprire le finestre. Il risultato è che gli alunni delle scuole italiane si sono trovati durante i mesi invernali a dover indossare giubbini e coperte in aula per far fronte all’abbassamento delle temperature. Senza considerare lo spreco di energia per il riscaldamento di un locale con i serramenti aperti in pieno inverno.
La soluzione per avere un corretto ricambio di aria esterna senza il problema degli sbalzi di temperatura esiste da anni: la ventilazione meccanica controllata (VMC) con recupero di calore.
Un impianto VMC consente di immettere aria esterna opportunamente filtrata dagli inquinanti presenti in atmosfera come particolato (PM10, PM2.5, PM1) e pollini recuperando il calore dell’aria che viene estratta dal medesimo ambiente. Il ricambio dell’aria è continuo garantendo la perfetta diluzione degli inquinanti senza abbassare le temperature nei mesi invernali, anzi, mantenendo il miglior comfort possibile in termini di temperatura e umidità.

 

L’utilizzo dei sistemi VMC è utile non solo per contrastare il Covid-19 ma in generale per garantire un ambiente salubre anche nei confronti delle altre patologie virali, riducendo il numero di ammalati. La VMC inoltre riduce la CO2 presente nell’aria migliorando la concentrazione e favorendo il processo di apprendimento.
Aldes ha introdotto questi sistemi in Italia già nel 1985, proponendo apparecchiature all’avanguardia per efficienza energetica e prestazioni, dagli edifici residenziali, al terziario fino alle riqualificazioni scolastiche.

 

Il ricambio dell’aria nelle scuole è materia nota fin dal 1975, evidenziata nel D.M. del 18.12.1975 che detta i valori di aria di rinnovo nelle aule; il provvedimento è stato ripreso dalla delibera della regione Marche del 15.02.2021 che ha stanziato 2Mln di euro per gli impianti di ventilazione meccanica nelle scuole. Decisioni analoghe, anche in altre regioni, unite al recente Art. 31 del D.L. 22 marzo 2021, n. 41 (acquisto di dispositivi di areazione e ventilazione), potranno garantire una maggiore sicurezza negli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

 

Info: www.aldes.it