Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Ampeleia. Il ritmo della natura

La vigna non si ferma e neanche noi: come abbiamo reagito alla crisi Covid-19

Ci troviamo a Roccatederighi, provincia di Grosseto, in un’area selvaggia e integra. Una zona della Maremma atipica, situata abbastanza in alto per guardare il mare e abbastanza in basso da sentire l’aria farsi calda nelle vigne in estate. Vigne, sì. Perché ad Ampeleia, dal greco ampelos, vite, è con questa pianta che lavoriamo ogni giorno. L’azienda è nata nel 2002 con l’obiettivo di esprimere l’anima del suo territorio e della sua natura attraverso il vino, e si estende per 120 ettari complessivi con altezze che variano dai 200 ai 600 metri d’altitudine. Ci siamo scelti un territorio difficile ma dal grande potenziale, e nel 2013 abbiamo concluso una conversione all’agricoltura biodinamica iniziata nel 2010: le sfide non ci spaventano. Con lo stesso spirito abbiamo affrontato anche l’epidemia Covid-19. La gestione di un’azienda agricola e vitivinicola non segue i ritmi degli uomini, ma quelli della natura, che non si ferma. Per questo noi abbiamo dovuto tenere il passo. La chiusura forzata degli uffici ci ha fatto riconsiderare la struttura aziendale, portando in cantina e tra le vigne tutti i nostri collaboratori. Così facendo ognuno di noi ha potuto abbracciare lo scorrere lento ma cadenzato della vita all’aria aperta e del lavoro quotidiano. Il lavoro, ad Ampeleia, si è sempre basato su due principi fondamentali: confronto e rispetto reciproco, tra noi e verso la natura. Queste solide basi hanno creato una certezza, quella della coesione e dell’armonia di un gruppo che si è rivelato la nostra forza più grande, importante valore aggiunto in un momento difficile. Siamo un’azienda dinamica, fatta di giovani, pieni dell’energia e dell’iniziativa necessarie per adattarsi alla nuova realtà. Quando ci siamo visti cancellare gli ordini che avrebbero dovuto raggiungere diversi angoli del mondo (l’export per noi rappresenta oltre l’80% del nostro fatturato), abbiamo capito che una soluzione era quella di adattarsi velocemente ad un mercato che si stava reinventando, e lo stava facendo online. Nel giro di qualche settimana abbiamo creato da zero un sito e-commerce, così da avvicinarci ai clienti e continuare a portare il nostro vino in tutta Italia. Il traffico generato dallo shop online si è tradotto in un volume di ordini che ha superato le nostre aspettative, in pochi giorni abbiamo evaso decine di consegne, e ci ha fatto riflettere sull’importanza del web e del contatto diretto con il cliente finale. L’organizzazione di webinar e degustazioni virtuali, realizzate con l’aiuto dei nostri importatori, è stato il passo logico che è seguito, per poter continuare a dialogare, formare, essere presenti sul mercato. D’altro canto il mondo del vino ruota intorno alla convivialità e alla comunità, due valori che l’emergenza Covid ha congelato per mesi. Proprio per questo abbiamo deciso di investire sui nostri social, che si sono rivelati uno strumento efficace per mantenere i rapporti esistenti con importatori, ristoratori e privati, ma anche per raccontare con la nostra voce la realtà di Ampeleia. Abbiamo aumentato del 50% i nostri follower, segnale dell’interesse e della voglia di saperne di più, anche su di noi. Abbiamo scoperto il mondo digitale ma siamo consapevoli che è la qualità delle relazioni umane con i nostri clienti, da Grosseto a New York, che ci ha permesso di mantenere il fatturato a livello dell’anno scorso. Una specificità dell’agricoltura biodinamica è il concetto di azienda agricola come organismo vivente, quindi individuale, autonomo e diversificato. Ispirandoci a questo modello abbiamo iniziato a sviluppare importanti progetti paralleli alla vigna che riguardano prodotti agricoli di trasformazione di grano e olio. In questo senso i social ci hanno permesso di aprire una finestra sul mondo che viviamo ogni giorno in tutte le sue sfaccettature, aiutandoci a comunicare il nostro territorio non solo attraverso il vino, ma anche con altre forme e sapori. Noi di Ampeleia guardiamo al post-Covid con fiducia e ottimismo, consapevoli di aver superato un’altra prova difficile rimanendo fedeli ai nostri valori e al nostro territorio, e di aver saputo trovare nuovi modi per raccontarlo. Info: www.ampeleia.it