Arblu Srl: un punto di riferimento nel settore dell’arredo bagno e box doccia

Una realtà imprenditoriale che nasce nel 1996 a Fontanafredda del Friuli, fondata da Pier Giorgio Presotto e i figli Giuseppe, Diada e Giovanni, e che si pone da subito come punto di riferimento nel settore box doccia: questa è Arblu, azienda giovane, sana e veloce che è stata protagonista di un continuo processo di sviluppo nella proposta di prodotti e servizi sempre più dettagliati e che cresce grazie ad una politica volta ad offrire al cliente un prodotto che segua i contemporanei trend estetici e di progettazione, sempre più costumizzabile e accessibile per ogni situazione e personalità. «A questo — afferma il titolare Giuseppe Presotto — aggiungiamo un costante lavoro di miglioramento e ottimizzazione dei flussi di produzione e di relazione con i clienti: per garantire qualità e servizio si è pensato a una filiera corta, esternalizzando i processi produttivi al minimo, per cui si sono resi necessari importanti e costanti investimenti tecnologici, per ottenere un prodotto che sia al passo con i tempi anche nella sua ingegnerizzazione. Per quanto riguarda i mercati in cui operiamo — continua — ad oggi l’Italia è il nostro maggior riferimento, ma siamo consapevoli che il focus presente e futuro sia l’estero. Tramite una rete di agenti e distributori, sempre più qualificati e disposti capillarmente, vogliamo portare la quota di fatturato, attualmente del 25%, al 50% nei prossimi 5 anni. Stiamo ancora raccogliendo i frutti e c’è ancora strada da fare, ma posso dire che è una strategia che premia: siamo infatti stati selezionati nelle top 500 aziende del 2018 in Italia con fatturato compreso tra i 20 e 120 milioni, a riprova che questo impegno ha significato e significherà eccellenti risultati. Questo approccio dinamico e lungimirante ci ha permesso di ampliare la gamma di tipologia di prodotti, per definire uno spazio bagno completo, coerente e personalizzabile: dal box doccia al mobile, dal termoarredo (Livingstone) alla carta da parati. La nostra offerta rende realizzabile quasi ogni aspettativa del cliente. Quando presentiamo una nuova collezione la nostra ambizione è che sia migliore della precedente, in linea con l’estetica attuale, funzionale e di facile manutenzione, ma anche semplice nell’installazione. A tutte queste caratteristiche aggiungiamo l’aspetto che più ci contraddistingue: la contaminazione dei materiali. Sia finiture diverse che dialogano nello stesso prodotto, sia la stessa finitura nei diversi prodotti. Nasce quindi Pietrablu, un’unica superficie per l’intero ambiente bagno, che lo scorso settembre ci ha consentito di vincere il Premio “ADI Ceramics & Bathroom Design Award”, pensato per valorizzare i prodotti italiani più innovativi dei comparti della ceramica e dell’arredobagno. L’ambizione del sistema di superfici Pietrablu è stata quella di creare, con diverse tecniche produttive e diverse componenti, prodotti dallo stesso risultato estetico, sia dal punto di vista visivo che tattile. Il plus di questa ricerca innovativa — conclude Presotto — ha permesso di creare un coordinato tra elementi con lavorazioni e materiali sostanzialmente diversi riuscendo così a soddisfare esigenze eterogenee con un’uniformità di stile». Attualmente l’azienda opera su una superficie di 29.000 mq e la realizzazione del nuovo show room interno consente di ricevere e ospitare il flusso quotidiano di clienti e agenti. L’incremento aziendale è avvenuto anche in termini di assunzioni: l’organico di Arblu è infatti passato dai 74 dipendenti del 2015 ai 108 di questa prima metà dell’anno. Info: www.arblu.com