EATA, know-how e sostenibilità

EATA equipment, realtà varesina che opera nel campo della refrigerazione industriale, progetta, produce e distribuisce condizionatori, scambiatori di calore, termoregolatori e refrigeratori per le più diverse applicazioni industriali. Vanta una quarantennale esperienza nella criologia innovativa e realizza un’ampia gamma di prodotti in grado di soddisfare l’intero processo della gestione termica
industriale.

Un importante successo di EATA riguarda un progetto dedicato al CNR europeo: il committente richiedeva una macchina adatta a mantenere a temperatura controllata l’acqua da inviare a un reattore per la scissione molecolare. Nell’ambiente operativo, la radiazione distruggeva l’elettronica delle macchine fornite da altri costruttori e rimaneva in alta concentrazione negli stessi refrigeratori; i tecnici EATA, dopo un’attenta analisi del problema, hanno progettato il refrigeratore XPA3000, adatto alle aspettative del cliente, consentendogli di poter lavorare in sicurezza e senza più fermi imprevisti durante gli esperimenti di
laboratorio.

Altro rilevante risultato, per EATA, è stato conseguito realizzando dei refrigeratori per una multinazionale, adatti a mantenere a temperatura controllata l’olio idraulico dei laminatoi per siderurgia destinati ad essere installati in tutto il mondo. L’attenzione dei tecnici EATA si è concentrata sulla necessità di mantenere sempre operativo il refrigeratore durante i cicli di produzione, ma anche di garantire l’efficienza con alte temperature ambiente e con notevoli escursioni termiche durante la giornata. Dal momento dell’adozione del refrigeratore AGLV di EATA, i laminatoi lavorano senza interruzioni e il cliente ha potuto condurre con ottimismo le trattative per altri contratti dove erano richieste strette tolleranze di lavorazione con alti volumi di prodotto.

Si tratta, comunque, solo di due esempi fra i tanti: EATA ha in catalogo ben 2120 macchine, tutte diverse fra di loro, il che dà un’idea di quanto vasto sia il suo know-how e quanto varie le applicazioni delle tecnologie che sviluppa.

Quella di seguire tanti settori è una scelta impegnativa che l’azienda porta avanti ogni giorno con passione e dedizione, con la convinzione che i frammenti di conoscenza che riversa nei suoi prodotti incrementino il valore trasferito ai clienti. È un compito ambizioso che EATA ha deciso di assumere dal 1982, anno di costituzione, e che tuttora persegue all’interno di un comprensorio industriale di 41.000 mq fabbricando prodotti destinati a sistemi laser, macchine utensili, banchi prova, estrusori, apparecchiature radiologiche, accoppiatrici di tessuti tecnici, macchine grafiche e innumerevoli altre applicazioni. Ogni macchina sviluppata da EATA si prefissa, inoltre, un obiettivo: la vita del prodotto. Ogni attività industriale lascia una “impronta” sotto forma di scarti da smaltire, e dunque sotto forma di costi che spesso ricadono sulla collettività. Macchine costruite per durare di più lasciano minori “impronte” sul pianeta, con evidente vantaggio di tutte le parti in causa. È una scelta di sostenibilità volta a salvaguardare il futuro che per EATA è già cominciato. Info: www.eataequipment.it