Numeri da export ai tempi del Covid

Campo Calabro (RC). Poli.com Srl, realtà calabrese operante nel settore della produzione e confezionamento di bevande vegetali, creme spalmabili, semilavorati e ingredienti per industria alimentare e delle bevande, ha affrontato con tenacia gli anni della pandemia, registrando dei risultati importanti in termini di crescita. L’azienda, di proprietà della famiglia Polimeni, ha investito tra il 2018 ed il 2020 circa quattro milioni di euro per la realizzazione del nuovo stabilimento produttivo e beni strumentali in Industria 4.0, volti anche all’efficientamento energetico ed alla sostenibilità ambientale.

 

La nuovissima linea di produzione e confezionamento in asettico di bevande vegetali, è stata infatti installata durante la prima crisi pandemica, ed è entrata in funzione a dicembre 2020. Trattasi di un impianto totalmente italiano e tecnologicamente avanzato che ha permesso alla Poli.com di integrare la filiera produttiva e differenziarsi sul mercato con un nuovo cartone asettico (brick). Il responsabile Marketing & Sales, nonché seconda generazione della famiglia, dott. Tito Polimeni sintetizza come segue le ragioni dell’investimento: «La nostra è una piccola azienda, ma da sempre riconosciuta sui mercati come specialista della mandorla. Questo investimento ci qualifica oggi come produttore di bevande a base di frutta secca da filiera integrata, proprio perché tutto il processo produttivo nasce dalla frutta secca intera e culmina con il prodotto finito, attraverso un approccio “tailor-made” per ogni cliente».

 

La pandemia ha inoltre spinto notevolmente le vendite verso l’estero, specialmente nel settore delle creme spalmabili retail e delle bevande a base di mandorla: «In linea con l’anno precedente, anche quest’anno (2020, ndr) riportiamo un incremento delle vendite globali pari al 28% rispetto al 2019, ma l’aspetto più importante da sottolineare è la crescita dell’export di oltre 80% rispetto all’anno precedente, con un’incidenza sul fatturato totale pari al 35%; anche il numero di paesi serviti è aumentato, specialmente nell’area dell’est Europa, nord Europa ed Asia. L’obiettivo di quest’anno sarà quello di avvicinarci alla soglia del 50% del fatturato prodotto all’estero», afferma l’Amministratore Unico Sig. Sebastiano Polimeni.
Poli.com Srl è ritornata a investire con determinazione negli eventi fieristici internazionali, forte della spinta delle vendite verso l’estero, ed è prevista per l’anno in corso un implemento di produzione da energie rinnovabili. Sul sito della società (www.policomsrl.it) sarà possibile prendere visione degli eventi in programma, tra cui spiccano entro fine anno Anuga, Tuttofood e PLMA di Amsterdam, e delle strategie attive in tema di sostenibilità.

 

Info: www.policomsrl.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

Cibus 2022: innovazione, sostenibilità e rilancio della filiera simbolo del Made in Italy
L’agroalimentare è un settore, lo sappiamo bene, che non si è mai fermato neanche durante le fasi più critiche dell’emergenza sanitaria, ma che il business del Food & Beverage sia tornato finalmente a girare a pieno regime è testimoniato anche dal fatto che le fiere sono tornate a essere eventi vivi, in presenza.   Il […]