Incaricotech: magazzino che evolve

Ai tempi della pandemia, alla logistica è richiesto un salto di qualità non indifferente: passare da servizio essenziale a parte integrante del processo produttivo. I magazzini automatici Incaricotech, a marchio Hanel, si muovono precisamente in questa direzione.
I vantaggi delle soluzioni Incaricotech, non si limitano allo sfruttamento verticale dello spazio. L’automazione assume connotazioni sempre nuove, perché sempre nuove sono le proposte messe in campo, tenuto conto dell’unicità delle imprese, dei flussi, e delle esigenze logistico-produttive.
II magazzino deve infatti essere di ausilio, non di ostacolo, alle imprese, ed è per questo che l’automazione risulta vincente.
Ascoltando le richieste del mercato, che chiede innovazione ed affidabilità insieme, Incaricotech ha ampliato ulteriormente la propria offerta, che ora può contare anche su dispositivi brevettati a doppia navetta, unici in Italia, capaci di dimezzare il tempo di prelievo.

 

Nel 2021 ancora più significativi dei numeri dei magazzini verticali, sono stati impressionanti gli impianti automatici sviluppati ad hoc, dove la logistica è stata rivista e ottimizzata in maniera armonica con la produzione e la distribuzione. Questo trend guiderà anche il 2022, che si prospetta un anno di trasformazione per tutte le aziende che chiedono benefici tangibili, come il risparmio di tempo e risorse e l’efficienza logistico-operativa.
Incaricotech conquista quella fetta di mercato di PMI o grandi società che non accetta compromessi sulla qualità delle soluzioni, sull’affidabilità dei macchinari e sulla sicurezza del proprio organico.
I componenti elettronici del calibro di Mitsubishi, Sew Eurodrive e Siemens, contribuiscono a rendere i magazzini automatici verticali Incaricotech, dei sistemi di perfetto funzionamento, ed hanno consentito di vincere il premio per l’innovazione logistica in Germania.

 

Particolarmente apprezzato rimane il sistema High-speed, il più performante sul mercato, che è capace di raggiungere i 2,3 m/s di velocità verticale e che, se associato ad accessori eco compatibili, permette il massimo della resa senza gravare sull’ambiente. In questo senso Incaricotech vuole essere un ponte tra l’efficienza produttiva e la salvaguardia ambientale.
Oggi il sistema-azienda è a un punto di svolta, in fermento per la transizione 4.0, e guarda alle soluzioni tecnologiche ed innovative con uno sguardo nuovo. Le soluzioni automatiche di Incaricotech creano un ecosistema integrato di tecnologia ed efficienza, che si sposa perfettamente con le realtà aziendali nelle quali si inseriscono, a prescindere dal settore o categoria merceologica.

 

Occorre però trovare la soluzione giusta, non basta una giusta soluzione, ed è da qui che parte Incaricotech nel 2022.

 

Info: www.incaricotech.com

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

IPACK-IMA: il mondo del packaging si conferma traino dell’economia e terreno di innovazione
Se, per molti settori, i due anni da poco trascorsi si sono rivelati costellati di sfide complesse, il packaging è uno di quei comparti che, pur non senza alcune difficoltà, ha risentito in misura meno pesante delle contingenze. Merito di diversi fattori, a partire dal fatto che quello del packaging è un business trasversale, che […]
Logistica e trasporti, le nuove misure del Decreto Energia a sostegno del settore
Che la logistica e i trasporti siano servizi fondamentali per ogni filiera produttiva è una certezza praticamente da sempre, ma durante i mesi più duri della pandemia la loro essenzialità si è manifestata in tutta la sua chiarezza anche ai comuni cittadini, che hanno potuto continuato ad usufruire di beni e prodotti grazie al lavoro […]
PNRR, un’occasione imperdibile per le imprese italiane
Le imprese italiane hanno bisogno di crescere. Il tessuto economico italiano è pieno di aziende all’avanguardia, innovative, competitive sui mercati interni ed esteri, ma non è ancora abbastanza: nel panorama complessivo della piccola e media imprenditoria si evidenzia la necessità di investire ulteriormente in tecnologia, in digitalizzazione, in sostenibilità.   Il Piano Nazionale di Ripresa […]