Sani Trasporti: coerenza tra passato e futuro

Sì alla tecnologia se accompagnata da un modus operandi che riscopre valori ormai assopiti

Partiranno a breve i lavori per la realizzazione del nuovo polo logistico che la Sani Trasporti ha messo in atto aderendo al progetto APEA – Aree Produttive Ecologicamente At­trezzate.

Un progetto ambizioso dettato da una necessità ecologica, economica e sociale che è volto a valorizzare l’azienda di Parma nell’ottica di un risultato sostenibile.

Il nuovo polo logistico della Sani Trasporti è destinato a diventare la punta di diamante dell’azienda fondata 70 anni fa da Enzo Sani, il quale, attraverso l’acquisto di un vecchio autocarro, residuato bellico della seconda guerra mondiale, diede vita alla propria attività di trasporti, inizialmente limitata alla Val Baganza e vallate
limitrofe.

Oggi l’impegno che si assume l’azienda che conta 120 mezzi, 100.000 mq di depositi e avanzatissime linee di packaging, è quello di perseguire obiettivi di sostenibilità. E questo nuovo polo di 35000 mq su un’area di 180.000 mq, 100.000 posti pallet che raddoppieranno in breve tempo, rappresenta per la Sani Trasporti un’opportunità d’insediamento di eccellenza.

Attraverso il progetto APEA, Sani minimizzerà gli impatti sull’ambiente naturale, ma anche sugli operatori e i residenti, garantendo salubrità e sicurezza dei luoghi di lavoro attraverso infrastrutture che prediligono l’illuminazione naturale, buone condizioni di aerazione, controllo dei livelli di rumore presenti negli ambienti, e tanto altro. L’infrastruttura sarà dotata di tutte le tecnologie e le modalità per risparmiare energia e risorse, ridurre i rifiuti, ottimizzare i processi.

Ma questa non è l’unica iniziativa dell’azienda emiliana. Sempre in prima linea per cavalcare tecnologie atte a ridurre l’impatto ambientale, la Sani Trasporti che si fregia del riconoscimento ECOSTAR per aver ottenuto l’attribuzione di 5 Stelle alla propria flotta, è stata anche una delle prime aziende di autotrasporti ad adottare mezzi a GNL.

Oggi si sta attivando per aderire al Progetto 18 che prevede un semirimorchio allungato di 1,38 metri, un’innovazione che presenta subito evidenti vantaggi: 10 metri cubi di volume e 4 pallet in più, meno 10% di CO2, meno 10% di carburante, meno traffico sulle strade. Aderire al Progetto 18 rappresenta un atto di sostenibilità che incontra anche l’aspetto di produttività.

Nei progetti dell’azienda di Parma si introduce anche quello di sostituire il 20% dei mezzi Euro5 con trattori di nuova generazione Euro 6D.

Anche con la gestione del personale la Sani Trasporti è molto attenta: un avanzato programma di formazione per la guida sicura e sostenibile (Eco-guida) per tutti gli autisti e incentivi per comportamenti virtuosi volti a minimizzare il consumo di combustibile.

Tutti i mezzi Sani sono dotati di sistemi di geolocalizzazione per una migliore gestione ed efficienza della flotta. Un sistema operativo che permette, oltre alla localizzazione dei veicoli, l’ottimizzazione delle rotte e dei carichi. Tramite un sistema satellitare e un dettagliato sistema di monitoraggio l’azienda è in grado di valutare poi le performance a livello aziendale.

Il forte sviluppo della Sani Trasporti non ha mai intaccato i valori primordiali. I tre fratelli Franco, Ivo e Giampietro hanno conservato i principi tramandati dal padre: passione per questo lavoro, rispetto per il prossimo, onestà e grande senso di responsabilità nei confronti di tutti i propri dipendenti.

«L’azienda è sempre stata al centro della nostra vita! Tanta passione e tanto rispetto dei valori che per noi sono fondamentali e rappresentano il perno centrale della nostra azienda. La maggiore soddisfazione? Una stretta di mano e poter guardare tutti negli occhi». Ci confida Franco, il maggiore dei fratelli e, a dimostrazione della solidità della Sani Trasporti, prosegue: «Non amo le esibizioni, sono una persona molto ponderata che preferisce le cose concrete. Pianifico sempre il mio futuro partendo dalle fondamenta e pian piano su, fino al tetto. E non viceversa».

E questo principio ha portato la Sani Trasporti ai vertici del settore ampliando l’offerta per proporre un servizio completo: groupage alimentare, deposito e packaging. Forte anche nella logistica del pomodoro fresco con i suoi 8000 carichi a stagione effettuati con 200 semirimorchi dotati di vasche inox.

I magazzini di stoccaggio e deposito sono situati in aree strategiche con movimentazione effettuata attraverso l’utilizzo di moderne attrezzature, anche robotizzate, in linea con la normativa igienica alimentare HACCP e con garanzia di tracciabilità dei prodotti. Sani è anche certificata per la gestione dei prodotti biologici.

Il reparto confezionamento, gestito da personale altamente qualificato, ospita linee cluster mix wrap, a round mix vassoio mix, cluster vetro e barattoli, termoretrazione barattoli wrap a round, controllo raggi x, astucciatrici, etichettatrici cartacea ed adesiva e soluzioni personalizzate box pallet.

Pur adottando le migliori tecnologie atte all’alta produttività e a ridurre l’impatto ambientale, Sani crede che una vera svolta per limitare le conseguenze del climate change consista nel cambiare il nostro attuale stile di vita: frenare il consumo incontrollato e valorizzare le risorse locali.

Info: www.sanitrasporti.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

IPACK-IMA: il mondo del packaging si conferma traino dell’economia e terreno di innovazione
Se, per molti settori, i due anni da poco trascorsi si sono rivelati costellati di sfide complesse, il packaging è uno di quei comparti che, pur non senza alcune difficoltà, ha risentito in misura meno pesante delle contingenze. Merito di diversi fattori, a partire dal fatto che quello del packaging è un business trasversale, che […]
Logistica e trasporti, le nuove misure del Decreto Energia a sostegno del settore
Che la logistica e i trasporti siano servizi fondamentali per ogni filiera produttiva è una certezza praticamente da sempre, ma durante i mesi più duri della pandemia la loro essenzialità si è manifestata in tutta la sua chiarezza anche ai comuni cittadini, che hanno potuto continuato ad usufruire di beni e prodotti grazie al lavoro […]
PNRR, un’occasione imperdibile per le imprese italiane
Le imprese italiane hanno bisogno di crescere. Il tessuto economico italiano è pieno di aziende all’avanguardia, innovative, competitive sui mercati interni ed esteri, ma non è ancora abbastanza: nel panorama complessivo della piccola e media imprenditoria si evidenzia la necessità di investire ulteriormente in tecnologia, in digitalizzazione, in sostenibilità.   Il Piano Nazionale di Ripresa […]