Cantiere Navale Vittoria guarda al futuro

Il 2022 rappresenterà un anno di grande intensità produttiva ed organizzativa per il Cantiere Navale Vittoria: a breve saranno infatti consegnate numerose unità che la pandemia ha rallentato. Penalizzante il calo di produttività di questi due anni causati dalle assenze per contagi, le relative quarantene, i lunghi tempi per i tamponi, le limitazioni legate alle distanze di sicurezza in ambienti ristretti come le navi, i disagi nel compiere attività anche semplici.
Notevoli le spese per i tamponi, mascherine, guanti, disinfettanti, le frequenti sanificazioni dei locali e pesanti le spese finanziarie ed assicurative in relazione al prolungamento dei tempi di costruzione.

 

Gravissime sono le difficoltà nel reperimento di materie e prodotti, con tempi di consegna lunghi ed aumenti di costo imprevedibili. Nonostante i presupposti Vittoria onorerà gli obblighi contrattuali accingendosi a consegnare navi ad elevata tecnologia come: un pattugliatore d’altura da 75m per le Forze Armate Maltesi, velocità 20 kn, propulsione ibrida, ponte volo; un pattugliatore d’altura da 61m per la GdF a propulsione ibrida, eliche a passo variabile, velocità 26 kn; un pattugliatore da 38m, per l’Hellenic Coast Guard (consegnate già 3 unità gemelle), velocità 35 kn; quattro mezzi da sbarco da 23m per la Marina Italiana con tuga, vetri e portelloni dotati di protezione balistica; cinque mezzi da sbarco da 19m destinati alla Marina Algerina: due Interceptor da 23m, in fibra di vetro, carbonio e kevlar, per la Royal Oman Police, velocità 73 kn; quattro motovedette SAR da 20m, per la Guardia Costiera Italiana (consegnate già 4 unità gemelle), inaffondabili ed autoraddrizzanti, in alluminio.

 

Sono in costruzione: tre mezzi da sbarco da 19m per la Marina del Qatar; due MM/VV SAR da 20m, per la Polizia della Croazia; uno yacht da 32m, tipo Veloce 32 Rised Pilot House, interni Frau, in alluminio, velocità 20 kn; uno yacht da 54m, tipo Bow Sprit – M/Y 54, Design Hydro Tec, interni Frau; un pattugliatore da 85m per la Guardia Costiera Italiana, propulsione diesel elettrica con azipod, ponte volo; contratto con l’ONU per il refitting di 6 pattugliatori da 35m per la Garde Nationale tunisina; ammodernamento dei mezzi da sbarco della BRIGATA SAN MARCO della Marina Italiana.

 

Numerose le trattative in corso che lasciano presagire un futuro roseo grazie alla solida esperienza maturata nel settore da diversi decenni. Fondamentali i servizi di training erogati con l’utilizzo di specifici software in grado di monitorare da remoto lo stato degli apparati, inviare ordinativi di ricambi, programmare interventi manutentivi ed eliminando, inoltre, tutta l’obsoleta manualistica cartacea. Nel 2022 il Cantiere Navale Vittoria S.p.A. amplia la gamma di prodotti nel settore yacht e navi passeggeri ad alta velocità ottimizzando i processi produttivi e gestionali con l’applicazione estesa del sistema di qualità integrato e certificato dal RINA che, oltre allo standard ISO 9001, contempla il 14001 per l’ambiente, il 45001 per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro e la ISO 3834-2 per le saldature.

 

Info: www.vittoria.biz

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

IPACK-IMA: il mondo del packaging si conferma traino dell’economia e terreno di innovazione
Se, per molti settori, i due anni da poco trascorsi si sono rivelati costellati di sfide complesse, il packaging è uno di quei comparti che, pur non senza alcune difficoltà, ha risentito in misura meno pesante delle contingenze. Merito di diversi fattori, a partire dal fatto che quello del packaging è un business trasversale, che […]
Logistica e trasporti, le nuove misure del Decreto Energia a sostegno del settore
Che la logistica e i trasporti siano servizi fondamentali per ogni filiera produttiva è una certezza praticamente da sempre, ma durante i mesi più duri della pandemia la loro essenzialità si è manifestata in tutta la sua chiarezza anche ai comuni cittadini, che hanno potuto continuato ad usufruire di beni e prodotti grazie al lavoro […]
PNRR, un’occasione imperdibile per le imprese italiane
Le imprese italiane hanno bisogno di crescere. Il tessuto economico italiano è pieno di aziende all’avanguardia, innovative, competitive sui mercati interni ed esteri, ma non è ancora abbastanza: nel panorama complessivo della piccola e media imprenditoria si evidenzia la necessità di investire ulteriormente in tecnologia, in digitalizzazione, in sostenibilità.   Il Piano Nazionale di Ripresa […]