Siglato alla COP26 di Glasgow il primo passo per un marchio mondiale di carbon footprint

L’Accordo di Parigi e il Green Deal europeo stanno avendo una ricaduta importante a livello di mercato, con un numero sempre maggiore di aziende che quantificano la carbon footprint dei propri prodotti e delle organizzazioni. Spesso queste quantificazioni sono il primo passo verso l’adesione a programmi di riduzione delle proprie emissioni di gas ad effetto serra, come Science Based Target initiative, o per attuare politiche aziendali verso la carbon neutrality. In Italia l’affidabilità di tale sistema di rendicontazione è garantita da Accredia, che assicura quantificazioni delle emissioni correttamente condotte in accordo agli standard UNI EN ISO 14067 e UNI EN ISO 14064-1, e da Carbon Footprint Italy (CFI), un programma finalizzato ad assicurare una comunicazione credibile e trasparente che eviti ogni rischio di greenwashing.

 

Il marchio CFI è utilizzabile, infatti, su ogni prodotto o per ogni organizzazione registrata solo in abbinamento a un QR Code che rimanda a pagine dedicate, in cui sono contenute tutte le principali informazioni verificate.
La credibilità di CFI va oltre i confini nazionali come testimonia l’accordo di collaborazione siglato alla COP26 di Glasgow con i programmi The Climate Registry (USA), Programa Pais (Costa Rica) e Toitu (Nuova Zelanda), col fine di arrivare a un logo di carbon footprint riconosciuto in tutto il mondo. Un percorso per dare riconoscimento al marchio CFI anche al di fuori dei confini nazionali.

 

Info: www.carbonfootprintitaly.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

IPACK-IMA: il mondo del packaging si conferma traino dell’economia e terreno di innovazione
Se, per molti settori, i due anni da poco trascorsi si sono rivelati costellati di sfide complesse, il packaging è uno di quei comparti che, pur non senza alcune difficoltà, ha risentito in misura meno pesante delle contingenze. Merito di diversi fattori, a partire dal fatto che quello del packaging è un business trasversale, che […]
Logistica e trasporti, le nuove misure del Decreto Energia a sostegno del settore
Che la logistica e i trasporti siano servizi fondamentali per ogni filiera produttiva è una certezza praticamente da sempre, ma durante i mesi più duri della pandemia la loro essenzialità si è manifestata in tutta la sua chiarezza anche ai comuni cittadini, che hanno potuto continuato ad usufruire di beni e prodotti grazie al lavoro […]
PNRR, un’occasione imperdibile per le imprese italiane
Le imprese italiane hanno bisogno di crescere. Il tessuto economico italiano è pieno di aziende all’avanguardia, innovative, competitive sui mercati interni ed esteri, ma non è ancora abbastanza: nel panorama complessivo della piccola e media imprenditoria si evidenzia la necessità di investire ulteriormente in tecnologia, in digitalizzazione, in sostenibilità.   Il Piano Nazionale di Ripresa […]