Banca di Filottrano: in prima linea con la propria comunità per superare l’emergenza Covid

Come era previsto con l’autunno è arrivata la seconda ondata: il Covid 19 si è ripresentato con forza mettendo nuovamente in difficoltà il sistema sanitario e di conseguenza anche quello economico. Che cosa può fare il mondo bancario in questo particolare momento? «Ne abbiamo parlato con Enzo Bianchi, direttore generale della Banca di Filottrano, uno dei pochi istituti di credito con un cuore completamente locale presente nelle Marche». Qual è la risposta che state offrendo alla crisi economica? «Le imprese ci chiedono liquidità, come realtà fortemente legata al territorio e fondata sui principi della cooperazione e della solidarietà non ci siamo tirati indietro e abbiamo continuato a dare fiducia ai nostri soci e clienti». Ma una banca locale può avere un’adeguata potenza di fuoco? «Oggi non manca la liquidità bancaria, ma la capacità di investire nelle persone. Noi a differenza di altri l’abbiamo sempre fatto. Per dirla tutta vogliamo aiutare i nostri clienti a “sparare” prima che il nemico possa prendere la mira. È proprio durante una crisi che non si deve riporre le cartucce in tasca». Quali sono i principali interventi per il Covid? «Abbiamo predisposto la sospensione del pagamento dei mutui per famiglie e lavoratori dipendenti, per le imprese è stato stanziato un plafond di 10 milioni per finanziamenti fino a 50 mila euro. Abbiamo portato avanti iniziative solidali per l’acquisto di presidi sanitari, mascherine e di quanto necessario ad affrontare l’emergenza e dato un contributo per il Covid Hospital realizzato da Guido Bertolaso a Civitanova Marche. Inoltre siamo già pronti a seguire le pratiche per il superbonus 110%».
Info: www.filottrano.bcc.it