Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Biomedicale: Aries innova e si apre all’elettromedicale

Aries taglia il traguardo dei suoi primi venticinque anni, tappa di un percorso che l’ha resa uno dei nomi storici nel contesto del più importante distretto biomedicale d’Europa, quello situato nella parte nord della provincia di Modena. Una realtà che al tempo stesso innova e si rinnova, per proseguire il trend di crescita costante degli ultimi tre anni. Con la continuità garantita dalla famiglia Mantovani, proprietaria fin dalla fondazione nel 1995, alla produzione e alla commercializzazione di dispositivi medici monouso per infusione e preparazione di chemioterapici, tuttora il core business di Aries, si sono affiancati prodotti per l’urologia e l’oculistica, presenti sui principali mercati europei e in quelli dei Paesi Arabi, oltre al mercato italiano. È invece del 2020 il debutto nel settore dei prodotti elettromedicali, grazie alla produzione e alla commercializzazione di un dispositivo digitale per la misurazione della diuresi oraria denominato Weightflow. Aries,  forte anche di un rinnovato consiglio d’amministrazione composto dalla presidente Maria Luisa Locatelli e dal vicepresidente dott. Salvatore Spada e di nuovi ingressi in ruoli strategici della produzione e della rete commerciale, affronta una fase di innovazione ed espansione che si traduce in un dispositivo per infusione e prelievo a circuito chiuso senza utilizzo di aghi e nella progettazione di un sistema innovativo CSTD.  Aries ha vissuto l’emergenza Covid-19 operando in sinergia con le strutture sanitarie, realizzando  dispositivi impiegati nei reparti di anestesia e rianimazione, con la consapevolezza del proprio ruolo al servizio della salute pubblica, al pari di quanto dimostrato nella fase successiva ai terremoti del 2012, vero spartiacque per tutto il mondo del biomedicale modenese.  Info: www.ariessrl.com