Bizzaglia A. & S., leader in raccolta e smaltimento rifiuti

Dal Lazio una realtà imprenditoriale d’esperienza che punta su elevata specializzazione, professionalità e precisione

Leader nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti derivanti dal Settore Sanitario, la Società BIZZAGLIA A. & S. S.r.l. è una realtà presente sul mercato dal 1982. «Da svariati decenni — esordisce il titolare della ditta Alessio Bizzaglia — ci occupiamo della gestione di una particolare tipologia di rifiuti speciali: i rifiuti sanitari, che sono quei rifiuti prodotti da cliniche e ospedali non assimilabili ai rifiuti urbani, caratterizzati da un crescente aumento della loro produzione per via dell’invecchiamento della popolazione italiana». Ogni giorno in Italia si producono infatti circa 1.000 tonnellate di rifiuti sanitari pericolosi e non sempre sono gestiti e smaltiti in modo adeguato: ecco il motivo per il quale diventa sempre più importante per gli addetti ai lavori sapere riconoscere e gestire le varie tipologie di rifiuto.
In Italia, il tema della gestione e lo smaltimento dei rifiuti sanitari è stato regolamentato dal DPR 254/03 allo scopo di tutelare l’ambiente, la salute pubblica ed effettuare dei controlli efficaci. Per raggiungere questo obiettivo la normativa ha previsto, tra le altre cose, anche dei corsi di formazione per tutto il personale addetto alla gestione dei rifiuti provenienti da strutture sanitarie pubbliche e private. «La gestione di tale tipologia di rifiuti — spiega il Presidente della Società Bizzaglia Alessio — richiede quindi sicuramente un livello di attenzione ben diverso da quello richiesto ad esempio per la gestione dei rifiuti urbani, perché, al contrario di questi ultimi, i rifiuti sanitari sono per lo più pericolosi e comprendono materie con varie caratteristiche di pericolosità: potenzialmente infette, inquinanti per l’ambiente, infiammabili, corrosive, tossiche e, in alcuni casi, anche esplosive e radioattive. Questa tipologia di rifiuti deve essere gestita nel modo più consono a diminuirne la pericolosità, favorirne il reimpiego, il riciclaggio e il recupero e da ottimizzarne la raccolta, il trasporto e lo smaltimento.
Per poter fare fronte a queste molteplici caratteristiche di pericolosità e necessità di smaltimento peculiari, le imprese che si occupano della gestione dei rifiuti sanitari sono, di norma, altamente specializzate. In particolare — puntualizza il titolare Bizzaglia — nella gestione dei rifiuti infettivi diventa fondamentale il fattore tempo, in quanto la normativa italiana prescrive da circa un ventennio che lo smaltimento o recupero di tali rifiuti vada effettuato entro 5 giorni dalla loro generazione qualora dovessero superare la quantità di 200 litri o comunque, obbligatoriamente entro un mese dalla produzione degli stessi.
La stessa normativa italiana dispone inoltre che i rifiuti infettivi debbano necessariamente essere destinati alla termodistruzione, preceduta o meno dalla sterilizzazione, e se si considera che negli ultimi anni il numero degli impianti di termodistruzione in Italia è andato diminuendo, si può ben capire quanto non sia semplice l’attività dei gestori di rifiuti sanitari». Cionondimeno, l’impresa Bizzaglia A. & S. Srl nel corso degli ultimi anni ha subito una forte espansione risultando attualmente tra le prime 2 imprese ecologiche del settore sanitario nel panorama laziale. Dopo un’esperienza acquisita in più di trent’anni, l’azienda si è ritagliata una fetta di mercato di notevole importanza con un pacchetto clienti di oltre 500 strutture. Una società che vanta certificazioni come ISO 9001 e ISO 14001 e che sa distinguersi riguardo molteplici aspetti, quella diretta da Alessio Bizzaglia. «Nel nostro settore, certamente non facile — dichiara — spicchiamo anche sotto un altro, importante punto di vista: non aver mai ricevuto sanzioni o denunce penali, e nemmeno una sola multa in 37 anni di attività. Ne siamo molto fieri, come lo siamo anche della nostra appartenenza alla White List della Prefettura di Roma: elenchi istituiti presso ogni Prefettura, che hanno come scopo quello di rendere più efficaci i controlli antimafia con riferimento a quelle attività imprenditoriali considerate più a rischio per quanto concerne le infiltrazioni di carattere mafioso. Far parte della White List significa senza dubbio possedere una marcia in più in questo peculiare campo imprenditoriale ed è ovviamente un motivo di orgoglio per noi».
Un’azienda che risalta insomma per competenze, professionalità, serietà e trasparenza e che in tal modo risponde con efficacia alle richieste della sua clientela. La società svolge un servizio con personale qualificato che esercita nel settore da quasi quarant’anni, e può disporre di un parco macchine rinnovato e sempre aggiornato secondo le leggi vigenti. Tutto ciò assicura un servizio professionale e sempre puntuale.
La gestione da parte della famiglia Bizzaglia garantisce un’esperienza di oltre 35 anni, rappresentando una vera e propria certezza per i clienti. «Di pari passo con la notevole esperienza che ad oggi ci caratterizza — conclude Alessio Bizzaglia — ci siamo sempre aggiornati riuscendo a stare al passo con i tempi, perseguendo e ottenendo così un rapporto sempre vivo con i nostri clienti, cercando di soddisfare al meglio ed in prima persona tutte le esigenze degli stessi». Oltre al settore Sanitario, la Ditta Bizzaglia A. & S. S.r.l. è specializzata nell’esecuzione dei servizi di ritiro e di trasporto di rifiuti speciali e pericolosi, intermediazione di rifiuti e fornitura di materiali per l’espletamento di detto servizio, e dispone di container in ferro di dimensioni e spessore adeguati al trasporto agli impianti di stoccaggio e/o smaltimento definitivo debitamente autorizzati. Info: www.bizzaglia.it