Bra Servizi per l’economia circolare

La trasformazione degli scarti in risorse è alla base dell’economia circolare e alle fondamenta di aziende come la Bra Servizi S.r.l., leader nel Nord Ovest Italia nella gestione e trattamento rifiuti, che opera al servizio di imprese, enti pubblici e privati cittadini.
In Bra Servizi il futuro si costruisce con la ricerca e l’innovazione e in tal senso le aziende dovranno fare leva sull’introduzione di nuovi modelli sostenibili, abbracciando sempre più l’idea di un Responsible Business: lo sviluppo, infatti, è sostenibile quando soddisfa appieno i bisogni presenti senza compromettere le esigenze delle generazioni future.
Possiamo definire il concetto di Sostenibilità (ed Economia Circolare) con tre semplici acronimi: PPP (Persone, Pianeta, Profitto), ASG (Ambiente, Sociale, Governance) e ESG (Environmental, Social and Governance). Nello specifico l’acronimo ESG, che significa Environmental, Social e Governance (ambiente, sociale e governance), racchiude una serie di elementi di valutazione utilizzati nel settore finanziario per giudicare la sostenibilità degli investimenti. In altre parole per valutare il profilo di rischio/rendimento dei portafogli, è sempre più comune che vengano prese in considerazione anche le performance rispetto a specifici criteri ESG.

 

La Bra Servizi sta rendendo questi temi propri al fine di raggiungere risultati migliori in termini di prestazioni ambientali in collegamento con tutti gli stakeholder. Infatti, con le attività di trasporto, stoccaggio, cernita, trattamento e smaltimento di qualsiasi rifiuto che sia industriale, urbano, pericoloso e non pericoloso liquido e solido, l’azienda realizza progetti di economia circolare, incentrati sul recupero dei rifiuti trattati in impianto e in strutture terze: a fronte di opportune analisi delle necessità del Cliente si trovano soluzioni migliorative ad hoc.
Il controllo e la selezione effettuata sul materiale ritirato presso la Bra Servizi è un’attività di cernita che rende possibile la separazione di materiali come carta, plastica, legno, metalli e anche rifiuti più complessi derivanti da produzioni industriali per poter dare seconda vita al rifiuto e individuare varie filiere di recupero (non solo fisico, ma anche energetico) adatte alla composizione tecnica degli stessi come vetrerie, acciaierie, cartiere, filiere di recupero plastica.

 

Ne sono esempio le attività svolte nell’ambito dello smaltimento di bibite ed alcolici, che grazie all’autorizzazione ottenuta dall’ente Agenzia delle Dogane, la parte liquida, denaturata, viene recuperata e destinata come nutrimento per gli enzimi negli impianti terzi di depurazione e gli imballaggi sia primari (costituiti principalmente da vetro e alluminio) e secondari (costituiti da carta e cartone) subiscono un processo di trasformazione dando vita a materie prime secondarie. Tutto questo è possibile grazie a macchinari all’avanguardia di cui l’azienda è dotata per ottimizzare sempre più le sue prestazioni.

 

Con il tempo, l’Azienda ha sviluppato reti di collaborazioni e partnership di trasporto e di impianti individuando filiere di riqualificazione. La missione della Bra Servizi è quella di mettere in atto a 360° una risposta operativa al concetto di “ecologia industriale”, la quale è un punto cardine della sostenibilità ambientale, che si fonda sulla creazione di un triplice valore: economico, ambientale e sociale.

 

Come spiega il Cavaliere di Gran Croce Giuseppe Piumatti: «Il miglior modo di predire il futuro è inventarlo e al giorno d’oggi bisogna essere in grado di pensare, creare, comunicare e convincere in modo creativo e innovativo. La Bra Servizi a tutti gli effetti è l’industria di riferimento dei rifiuti, dell’ecologia e dell’economia circolare».

 

Info: 29