Caffè Carraro SpA: da una lunghissima tradizione prende forma un caffè dal gusto pieno e dolce e da un’aroma intenso e persistente

e foto in bianco e nero conservate negli archivi della Caffè Carraro raccontano la storia della torrefazione in Italia. E allo stesso modo i prodotti realizzati da questa azienda veneta attiva sin dal 1927, offrono quel gusto e quel sapore unici che hanno decretato il successo di uno dei simboli della ristorazione nel nostro Paese. Lo stabilimento di Schio (Vicenza), dove l’azienda ha costruito il suo futuro, ha una capacità produttiva di 16 mila tonnellate all’anno e immette sul mercato miscele da bar, da casa e per il vending, e capsule e cialde. In quasi un secolo di vita si sono alternate soltanto due proprietà, quella della famiglia fondatrice, che tutt’ora dà il nome al marchio, e quella di Giuseppe Zanandrea, subentrato a metà degli Anni ‘80 e oggi coadiuvato nella guida delle attività dai figli e dal genero. È proprio durante la gestione Zanandrea, che Caffè Carraro ha vissuto la sua maggiore espansione ottenendo successi sempre più gratificanti e significativi. Il primo step di questo percorso che ha portato il marchio ad essere attualmente uno dei più apprezzati in Italia è stata la diffusione nel Canale Bar e ad oggi la società vanta una reta di vendita di poco meno di 70 agenti attivi nel Nord Italia ed in Toscana e Marche. Con la nascita dei Discount in Italia circa trent’anni fa e lo sviluppo della GDO la Carraro ha colto anche questa opportunità di mercato passando da una distribuzione limitata a mini-market e negozi soltanto di Schio e della provincia di Vicenza, a una diffusione su tutto il territorio nazionale. Finalmente forte di una importante capacità produttiva e di un catalogo prodotti completissimo, da una decina di anni Caffè Carraro ha iniziato la distribuzione anche all’estero e oggi l’esportazione rappresenta poco meno del 40% del fatturato complessivo. Circa tre anni fa Caffè Carraro ha aperto un secondo stabilimento dove ha concentrato una nuova tipologia di produzione dedicata alle capsule, mantenendo, anche in questo caso, i tratti tipici del suo caffè, caratterizzato da gusto pieno e dolce e da un’aroma intenso e persistente. Purtroppo l’emergenza Covid-19 ha provocato, con la chiusura del comparto Bar sia in Italia che all’estero, danni sensibili e un abbattimento del fatturato nel trimestre in corso del 55% rispetto allo scorso anno. La Carraro, dopo questa pesante battuta d’arresto, ha la forza e tutte le capacità per riprendere con ancora maggiore determinazione ed entusiasmo la sua strada verso un’ulteriore fase di espansione. L’azienda inoltre è proiettata al 2021 con una particolare attenzione verso la salvaguardia ambientale, sostituendo packaging, astucci, flowpack ecc con materiali riciclabili e compostabili e verso tutta la filiera attraverso l’acquisto di caffè UTZ, certificazione mondiale che tutela i terreni e la salute di lavoratori nelle coltivazioni. Info: www.caffecarraro.it