Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Capsulit, l’Industria 4.0 si reinventa e punta con forza sulla sensibilità ambientale

Consapevoli dell’importanza dei medicinali, spesso non ci soffermiamo su un aspetto altrettanto importante: il packaging farmaceutico. E quando si tratta di farmaci, il contenitore può essere importante quanto il contenuto. Capacità di innovare e sensibilità ambientale sono il marchio di fabbrica di Capsulit, società milanese nata nel 1949 dal sogno imprenditoriale di tre amici: Magni, Luischi e Rizzardi. Negli anni la società si è sviluppata specializzandosi nella produzione di capsule in alluminio e plastica. Uno sviluppo sostenibile per una crescita economica di lungo periodo, nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, porta quest’azienda ad investire annualmente oltre il 5% del fatturato in R&S e innovazione di processo.

Obiettivo: realizzare nuovi prodotti che permettano una migliore conservazione e somministrazione del farmaco, garantendo l’inviolabilità e la facile apertura della confezione; ma anche miglioramento continuo dei processi, per garantire un livello sempre maggiore di qualità ed affidabilità del prodotto, un migliore servizio ed un più contenuto impatto ambientale.

Tra i prodotti più interessanti: capsule per iniettabili “ready to use” e “ready to sterilize”, chiusure per prodotti in polvere come integratori e probiotici, chiusure antimicrobiche,  chiusure e flaconi biodegradabili, cucchiaini infrangibili. Capsulit adotta anche sofisticati sistemi di visione per l’ispezione al 100% dei prodotti, robot per ridurre manipolazione e contaminazione dei prodotti, connessione delle linee di produzione con i sistemi informativi per averne il controllo remoto on line nell’ottica dell’Industria 4.0. Info: www.capsulit.it