Carne Siciliani, la filiera della bontà

All’insegna dell’innovazione Siciliani può vantare il controllo di Gran Lucano, la prima e unica filiera del suino certificata nel sud Italia che affonda le proprie radici in una tradizione di eccellenza con più di cinquant’anni di storia alle spalle. Ma c’è molto più: Siciliani è punto di riferimento, in Italia e non solo, per un’ampia varietà di prodotti a base di carne bovina, suina, ovina ed avicola. Dall’allevamento fino alla tavola, la qualità targata Siciliani è garantita, certificata e – aspetto forse ancor più importante – supportata da una passione e da una dedizione che i cugini Carlo “Senior” e Carlo “Junior”, fondatori dell’azienda, hanno trasmesso a tutta la famiglia e che permea ciascuna delle numerose attività che compongono la filiera.

 

Oggi Siciliani è una realtà in pieno fermento, la cui spinta innovativa è guidata dalla nuova generazione con la presenza all’interno del board direttivo dei giovani Giuseppe e Saverio Siciliani, unitamente a due donne di esperienza Porzia e Rosanna Siciliani rispettivamente presidente e vicepresidente del CdA. «Oggi Siciliani – spiega Giuseppe – è un’azienda giovane e al contempo fedele alle sue radici, con una visione strategica moderna, all’avanguardia, ma in piena continuità con i valori che da sempre ci guidano».
Si tratta anche della prima volta, nella storia di Siciliani, che il top management è al femminile, scelta che si è tradotta in un’importante carica innovativa. «Innovazioni – illustra Saverio Siciliani – che si articolano su più fronti: abbiamo investito in tecnologia, rinnovando i nostri impianti per continuare a garantire i più elevati standard di efficienza e di qualità; stiamo rafforzando ulteriormente la nostra posizione sui mercati esteri e stiamo espandendoci in territori nuovi come l’Asia e gli Emirati Arabi; abbiamo rafforzato ulteriormente gli strumenti di controllo e di governance societaria». Quest’ultima è una novità di rilievo: nel Dicembre 2020 Siciliani ha adottato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 e si è dotata di un Codice Etico.

 

«Siciliani si è guadagnata la fiducia dei consumatori e dei propri partner sul campo – afferma Porzia – grazie alla qualità dei suoi prodotti; avere un Codice Etico ci certifica ulteriormente quale azienda trasparente».

 

E, a proposito di standard qualitativi, Siciliani ha anche ottenuto le certificazioni IFS e BRC, che garantiscono l’eccellenza della sua filiera a livello internazionale, la sicurezza degli ambienti di lavoro e i controlli sui processi e sui prodotti.

 

«Ma non è ancora tutto – prosegue Rosanna – poiché il riassetto societario ha coinvolto numerose delle attività di Siciliani, che oggi si configura come gruppo industriale. Questo ci ha consentito di consolidare i cosiddetti business “a valle”, ossia la lavorazione delle pelli, la filiera del gelo, i comparti della stagionatura e salatura. La nostra catena del valore è, oggi, più forte che mai».

 

Info: sicilianispa.it