Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Cartotecnica San Michele: passione e profondo know-how per un’industria d’avanguardia

Per spiegare che cosa sia la Cartotecnica San Michele si può partire anche dall’ultimo gioiello tecnologico arrivato in azienda, la BobstExpertfold110, una macchina per incollare gli astucci che consente alla società di offrire ai clienti un servizio di elevata qualità ed efficienza. Del resto sono sempre state queste le caratteristiche della piccola impresa, diventata industria leader del settore, che Renzo Pavanello fondò nel gennaio del 1973 quando si dimise dalla casa editrice per cui lavorava e assieme alla moglie Angela, avviò un piccolo laboratorio cartotecnico a Verona, la sua città. Cominciò con pochissimi macchinari che faceva funzionare personalmente, ma la sua profonda competenza e l’oculatezza con la quale mise in piedi la società, nel giro di qualche anno gli consentirono di acquisire importanti commesse (divenne sua cliente anche la casa editrice per cui aveva lavorato), dotarsi di impianti sempre più all’avanguardia e assumere fino a 15 dipendenti. Il piccolo laboratorio era cresciuto e diventato una realtà industriale che seppe resistere alla prematura scomparsa della moglie di Renzo. Nonostante il profondo dolore, Renzo mantenne saldo il timone dell’azienda, grazie anche all’inserimento nella compagine sociale del fratello Giorgio, che si occupò dell’amministrazione. L’anno 2005 fu purtroppo funestato dalla scomparsa del socio fondatore, Renzo Pavanello. Oggi l’azienda è diretta dalla seconda moglie di Renzo, Cristina Perozeni, e dal fratello Giorgio Pavanello, con la collaborazione di uno staff arrivato a contare 20 dipendenti, è capace di fustellare mediamente ogni mese oltre due milioni e mezzo tra fogli di carta, cartoncino e carta adesiva. Info: www.sanmichelecart.it