Cefla: sfida i confini dell’imaging 3D

con il 7G di NewTom: Innovazione, Hi-Tech e funzionalità evolute

 

Cefla, fondata nel 1932 è un gruppo cooperativo multibusiness con headquarter a Imola, 25 sedi nel mondo, quasi 2000 dipendenti ed un portafoglio ampio di titoli di brevetti, disegni, modelli industriali e marchi che spaziano dall’ingegneristica sino al medicale.
Il business del gruppo si differenzia su molteplici mercati ed aree specifiche:

 

ENGINEERING (impiantistica civile, industriale e per il settore energia); FINISHING (macchine e impianti per la verniciatura, la finitura e la stampa di-
gitale); MEDICAL EQUIPMENT (per il settore odontoiatrico e medicale); LIGHTING (progettazione e sviluppo di tecnologie Led-powered).
La forza di Cefla è quella di creare valore anticipando il mercato e si focalizza sulla capacità di investimento in tecnologia e innovazione. Tecnologia e innovazione con la quale Cefla non si limita ad adattarsi alle richieste di mercato ma anticipa il futuro con la progettazione, realizzazione e implementazione di nuovi dispositivi, creando così nuovi scenari tecnologici.

 

Alla fine del 2020 infatti, il team di sviluppo NewTom della BU Medical Equipment, ha lanciato “7G”, il primo Tomografo Computerizzato Cone Beam (CBCT) a bassa dose radiogena e altissima risoluzione adatto a scannerizzare tutti i distretti anatomici del corpo umano. NewTom ha introdotto la tecnologia CBCT nel 1996 ed è da sempre sinonimo di forte spinta innovativa nell’ambito della radiologia medicale. Inizialmente utilizzata per le acquisizioni dentali e maxillofacciali, con l’ultimo nato “NewTom 7G” per la prima volta si allargano le applicazioni a tutto il corpo umano. La tecnologia ed i prodotti NewTom sono da 25 anni garanzia di eccellenza attenzione al paziente e altissima qualità diagnostica per medici radiologi e specialisti di odontoiatria, otorinolaringoiatria e ortopedia.

 

«Il nuovo 7G — dichiara il Managing Director della BU e Direttore Generale di Cefla, Paolo Bussolari — è un sistema di radiologia tridimensionale che, con la sua semplicità di utilizzo, ha spostato i confini dell’imaging, andando dal micro dettaglio alla massima visione e che permette di acquisire informazioni sui tessuti ossei, fino alle micro-strutture, per una comprensione approfondita del quadro clinico. Il nuovo sistema porta i suoi benefici nel più ampio range di distretti anatomici e potenzia la capacità diagnostica dello studio medico in termini di predittività e di trattamento con dosaggi contenuti rispetto alle procedure convenzionali. Il progresso tecnologico però non vira mai dall’unica rotta per noi possibile: la cura e tutela del paziente! Ed in questa ottica è stato sviluppato tutto il progetto del nuovo 7G».

 

Il nuovo sistema, infatti, è in grado di accogliere pazienti in sovrappeso e allo stesso tempo riesce ad adattare automaticamente, con tecnologia SafeBeam™, i parametri di emissione alle caratteristiche dell’area anatomica inquadrata con adeguamento della dose somministrata al paziente, sia esso adulto o bambino eliminando il rischio di sovraesposizione. Infine, il nuovo 7G è dotato di un ampio gantry per facilitare maggiormente il posizionamento del paziente e di un lettino completamente motorizzato che garantisce un accesso agevole in qualsiasi condizione.

 

Info: www.cefla.itwww.newtom.it