Cielle Imballaggi srl da sessant’anni: innovazione al centro del progetto

Che l’innovazione fosse al centro del progetto Cielle lo si è capito sin dal 1955, al deposito del brevetto del Laccetto per chiudere i sacchetti che abbiamo in casa. L’invenzione ha origine da un imprenditore siciliano, Tommaso Loreto, che insieme alla moglie, Gabriella Cacchi, fonda a Siracusa la Cielle Imballaggi. Il gruppo, oggi una realtà imprenditoriali internazionale specializzata nella estrusione e stampa di packaging flessibile per il confezionamento automatico, abbraccia il cambiamento della “Green Economy”, riuscendo a coniugare il rispetto dell’ambiente e l’affidabilità tecnica con gli obiettivi economici dei propri clienti: garanzia di funzionamento del prodotto nelle linee di confezionamento, costante riduzione degli spessori del packaging, aumento delle percentuali di riciclato.

 

«I risultati danno ragione ai nostri clienti» dice Vittorino Loreto presidente di Cielle, che guida l’azienda assieme ai fratelli Amelia e Corrado. «Possono disporre di prodotti pienamente funzionali, con prestazioni di utilizzo ottimali, per entrare in nuovi mercati ed accrescere la loro brand reputation, grazie al marchio Plastica Seconda Vita. Sono state anche realizzati imballi biocompostabili che hanno ottenuto la certificazione OK-COMPOST. Abbiamo investito nell’ultimo triennio oltre €30 milioni al fine di diversificare ed aumentare la capacità produttiva nell’ambito dello sviluppo sostenibile». «La nostra missione continua ancora: stiamo mettendo in campo numerosi brevetti e soluzioni per migliorare il packaging rendendolo sempre più sostenibile».

 

Info: www.ciellesrl.com