Cogest International. Come tutelare gli Amministratori di Società di Capitali

Con le modifiche apportate negli ultimi anni dal legislatore in materia di diritto societario il numero di rischi a cui sono esposti amministratori e dirigenti aziendali (D&O) è notevolmente aumentato e di conseguenza anche le vertenze per frequenza e gravità. Tuttavia, la complessità delle fattispecie di rischio unita talvolta alla mancata percezione degli obblighi in capo agli amministratori, rendono ancora migliorabile la diffusione delle polizze nell’ambito delle piccole e medie imprese, a differenza di altri Paesi dove viene considerata imprescindibile.

 

Oltre agli amministratori, è possibile estendere la copertura alla Società stessa e nel caso anche a sue controllate, per richieste di risarcimento che spaziano dai procedimenti delle autorità di vigilanza per violazioni fiscali, alle controversie con dipendenti, procedimenti nell’ambito del D.L. 81/2008 o in materia di danni ambientali. «È impensabile in un contesto così complesso di norme, leggi e incombenze che Società di capitali, comprese quelle a conduzione familiare, non si dotino di uno strumento a tutela del patrimonio degli amministratori, che rispondono in maniera solidale e illimitata e a tutela della stessa azienda», sostiene Roberto Sanna, amministratore unico di Cogest International srl.

 

«La nostra Società di Brokeraggio attiva sin dal 1989, si è specializzata nell’analisi dei rischi aziendali sia in ambito di Responsabilità Civile che in ambito di protezione dei beni aziendali». La continua formazione e la collaborazione con le principali compagnie Italiane ed Estere operanti nel mercato nazionale, ci permette di fornire una puntuale verifica delle necessità di protezione degli asset aziendali proponendo soluzioni coerenti con le necessità dei clienti.

 

Info: www.cogestbroker.com