Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Consorzio Dop Val di Mazara

Tracciabilità del prodotto, sicurezza nell’imbottigliamento e attenzione alle caratteristiche organolettiche: sono le prerogative sulle quali deve puntare il consumatore che sceglie l’extravergine Dop della Val di Mazara. Su questo dal 2005 — anno del riconoscimento ministeriale — vigila il Consorzio Dop Val di Mazara (costituito nel 2002), area composta dai comuni vocati all’olivicoltura compresi tra la provincia di Palermo e Agrigento che una volta tagliava in due la Sicilia, da Palermo e Sciacca. «Chi si fregia del nostro marchio — dice il direttore Salvatore Martorana — si sottopone a controlli e procedure regolate da un disciplinare che garantisce la tracciabilità del prodotto dalla pianta all’imbottigliamento, assicurando che l’olio è interamente trattato nell’area Dop». Alla fine della certificazione i confezionatori sono dotati di un collarino che rilascia il consorzio a sigillo di tutto l’iter di tracciabilità su ogni bottiglia posta in vendita. Info: www.dopvaldimazara.it