Contro il virus gli ‘Anticorpi’ delle imprese Made-in-Italy: passione ed identità distintiva

La pandemia ha imposto a migliaia di imprenditori decisioni difficili in merito alla gestione dei cicli produttivi, delle finanze e del patrimonio aziendale. Secondo l’esperienza delle titolari dello Studio Legale Associato Pizzolon&Polesello di Treviso – che da una decina d’anni si occupano di diritto commerciale delle imprese, con focus in materia di Proprietà Intellettuale, pratiche commerciali scorrette, pubblicità ingannevole e concorrenza sleale – le piccole e medie imprese hanno dimostrato una sorprendente e rapida capacità di adattamento alle plurime misure di contenimento imposte dal governo, rinnovando le loro attività per salvaguardare il patrimonio aziendale, frutto di anni di lavoro, sacrifici ed investimenti. La valorizzazione dei beni immateriali dell’azienda – come marchi anche non registrati, brevetti, domain names, know how e design, spesso sottovalutati nelle realtà più piccole – si dimostra uno strumento essenziale per esprimere l’identità delle imprese e garantirne la riconoscibilità e competitività nel mercato attuale, che premia l’innovazione e l’apertura a forme di collaborazione, anche a livello locale. «Compito dello Studio – chiariscono le Titolari – è quello di individuare, tra le innumerevoli opportunità – spesso sconosciute – fornite dall’ordinamento in materia di IP, gli strumenti (contrattuali, amministrativi, contabili) più idonei a dar corpo alle intuizioni e all’esperienza di ciascuna realtà imprenditoriale, combattendo, allo stesso tempo, i tentativi di contraffazione e di sleale aprofittamento dell’altrui lavoro che inquinano le economie locali e scoraggiano gli investimenti. www.
avvocatipizzolonpolesello.com