CSE – Investimenti funzionali

Per una nuova fase del Paese e del mondo finanziario

 

CSE Consorzio Servizi Bancari ha una lunga storia ed il suo aspetto distintivo è il DNA bancario, garanzia di profonda conoscenza delle problematiche delle Banche che si abbina a continui investimenti in risorse altamente qualificate ed a elevati investimenti in ricerca e sviluppo.

 

La digitalizzazione dei servizi finanziari ha reso il mercato bancario molto più aperto, efficiente e vicino ai clienti. In questo nuovo scenario stanno trovando spazio un numero sempre maggiore di attori finanziari non tradizionali: banche specialistiche, FinTech, IMEL, istituti di pagamento, AISP e PISP.
Per intercettare i nuovi macro-trend digitali e servire al meglio i nuovi attori della filiera finanziaria il CSE ha effettuato elevati investimenti nelle principali aree innovative: pagamenti digitali, open banking, wealth management, vendita e consulenza a distanza.

 

Nel mondo dei pagamenti, CSE si propone come piattaforma di riferimento, indipendente e multicircuito, puntando sulle evoluzioni di prodotto — pagamenti instantanei, Bancomat Pay, acquiring evoluto – e sull’apertura e integrabilità della piattaforma all’interno dell’ecosistema – aggregazione conti, pagamenti su banca terza, tramitazione.
In generale, tutti i processi di vendita e consulenza e i relativi tool sono stati reinventati attorno al paradigma della collaborazione remota, con riconoscimento a distanza dei clienti, scambio dei documenti digitali e apposizione di firme OTP via smartphone.

 

Rilevanti investimenti sono stati effettuati anche nel settore del Private. Nel nostro paese, in cui i depositi bancari sono circa 1.700 miliardi, si è creata la grande necessità di piattaforme specializzate, coerenti con le normative bancarie, flessibili per i clienti, per la gestione di nuove forme di investimento.
In area wealth management le recenti realizzazioni, sviluppate da CSE, consentono di offrire ai clienti una piattaforma che mette al centro il private banker/consulente finanziario e lo aiuta ad essere protagonista dell’evoluzione dei portafogli dei clienti, automatizzando le attività amministrative.

 

Il nuovo “Front End del Private Banker”, si basa su un’unica piattaforma per gestire la consulenza evoluta ed i modelli di portafoglio, integrati con “motori di rischio”. Tale struttura permette un costante monitoraggio della situazione dei portafogli, delle loro performance e la visione dello stato di avanzamento delle attività del Private Banker. I processi sono gestiti digitalmente per consentire l’operatività a distanza, in modalità “web collaboration” oltre che tramite l’utilizzo dei dispositivi mobile. Attraverso le funzioni di analisi e monitoraggio della posizione su APP, il cliente può accedere alle proposte di consulenza, validare l’asset allocation proposta e accettare le operazioni. Queste ultime vengono indirizzate real-time sui mercati azionari e obbligazionari.

 

Tutti gli investimenti attuali e futuri consentono al CSE di accompagnare ogni tipologia di realtà finanziaria nel rapido e mutevole percorso di trasformazione digitale.

 

Info: www.csebo.it