ECAP: il cappotto termico prefinito

Se da un lato l’isolamento a cappotto sta diventando sempre più utilizzato, grazie anche ai numerosi vantaggi che riesce ad apportare alle abitazioni, dall’altro l’installazione di un cappotto termico è un’operazione complicata e richiede una manodopera specializzata. Con ECAP, la posa del cappotto termico non è mai stata così semplice.
L’utilizzo di un cappotto termico è la scelta ideale per evitare la dispersione del calore dalle abitazioni. Per questo è facile identificare i vantaggi apportati da questa scelta: eliminazione dei ponti termici, riduzione dei consumi delle risorse energetiche necessarie al raffrescamento e al riscaldamento, agevolazioni fiscali, minor inquinamento, maggior comfort abitativo.
Spesso non si prendono però in considerazione gli aspetti più importanti. Il cappotto termico infatti, di qualsiasi natura (EPS, lana di roccia, sughero, etc.) deve essere applicato alla perfezione. Pena, oltre a deformazioni della facciata dell’abitazione, la possibilità che nel tempo il lavoro risulti inadeguato o inefficiente.

 

Se nella posa a regola d’arte del cappotto incide principalmente la competenza dell’applicatore, anche la qualità dei materiali e la “protezione” delle lastre prima e durante il montaggio è essenziale per garantire un buon risultato finale ed evitare che, nel tempo, l’opera si deteriori in maniera eccessiva o irregolare.
Perché ECAP è speciale? Perché il pannello è venduto prefinito con strato di rasatura, rete con sormonti, fustellature per l’inserimento dei tasselli e predisposizione per stuccature tra pannelli. ECAP assicura una corretta realizzazione della rasatura armata sopra pannello per ottenere un risultato a perfetta regola d’arte, inoltre permette la posa dei pannelli anche in condizioni meteorologiche avverse. La rasatura preapplicata (3 mm) protegge i pannelli, durante le lavorazioni di cantiere, dalle aggressioni meteoriche e dall’irraggiamento solare.
Oltre a questi vantaggi, ECAP garantisce prestazioni di isolamento termico idonee alla certificazione energetica come previsto dalle norme vigenti, rende la posa in cantiere rapida e sicura e aumenta la produttività in fase di realizzazione.

 

La gamma ECAP comprende 5 tipi differenti di pannelli, che differiscono per la composizione e per le caratteristiche intrinseche di isolamento. Dal classico pannello in EPS bianco, con λD pari 0,035 W/mK, che garantisce buone prestazioni isolanti a basso costo, fino a Ecap Nano, che rappresenta il massimo a livello prestazionale con un λD pari 0,015 W/mK. Il pannello ECAP Nano, in particolare, fornisce prestazioni termiche superiori, che lo rendono perfetto per raggiungere, in spazi minimi, i livelli energetici idonei alle certificazioni previste dalle norme vigenti ed è quindi l’ideale anche per applicazioni interne, dove non è possibile o conveniente installare un tipico sistema a cappotto esterno.

 

Info: www.edilteco.it