La sfida di Onda: Eco-sostenibilità come risultato di pianificazione e rigoroso approccio scientifico

Onda S.p.A., nel mercato degli scambiatori di calore da più di tre decenni, è sempre stata in stretto contatto con il mondo accademico e scientifico, sia nazionale che internazionale. L’azienda nasce con una forte vocazione green, passando nel corso degli anni dall’abbandono dei fluidi CFC, alla transizione dagli HCFC agli HFC, alla rivalutazione dei fluidi naturali, fino alla recente transizione dagli HFC agli HFO o miscele HFC/HFO.   Ai fini dell’eco-sostenibilità, Onda si è sempre applicata a massimizzare l’efficienza energetica, legata alla riduzione delle emissioni indirette di gas nocivi, a contenere le dimensioni degli scambiatori, legate alla riduzione delle emissioni dirette, e infine a utilizzare gas non dannosi. Un rigoroso approccio scientifico viene pianificato per tutte le fasi di sviluppo, dando fondamentale importanza alla ricerca e all’interazione con il cliente. Questo grazie ad avanzate competenze specifiche, ad un estensivo studio della letteratura esistente, all’analisi con i più efficaci strumenti scientifici (per esempio CFD e reti neurali), e soprattutto con le prove sperimentali condotte nel laboratorio di scambio termico interno, attrezzato con i migliori strumenti di misura e metodi di elaborazione dati. I risultati ottenuti, poi, molto spesso vengono presentati in pubblicazioni scientifiche internazionali.   Info: www.onda-it.com