Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Elevateur: la sicurezza non si ferma

Partner di fondamentale importanza durante l’emergenza Covid-19

La pandemia da Coronavirus, ci ha messi di fronte ad una prospettiva radicalmente nuova, abbiamo dovuto lavorare duramente per garantire i nostri servizi in un contesto completamente stravolto. Attuando i protocolli emanati per la sicurezza sul lavoro, siamo riusciti ad assicurare la continuità produttiva anche nel momento più duro del lockdown e al picco dei contagi. Le prime misure che abbiamo messo in atto a seguito del dpcm del 9 Marzo, sono state: la rotazione del personale al 50%, in modo da formare due squadre autonome; lo smart working per le mansioni che lo consentivano e i protocolli di sicurezza per distanziamento e igiene. Durante il periodo #iorestoacasa, il nostro settore ha avuto la responsabilità di sostenere le imprese che hanno lavorato per l’emergenza, siamo stati infatti impegnati nella costruzione dei nuovi reparti di terapia intensiva dell’Ospedale del mare di Napoli, per i quali abbiamo fornito le attrezzature per il sollevamento e la movimentazione dei moduli che costituivano il nuovo Ospedale Covid-19. La pandemia ci ha imposto di ripensare a fondo i nostri processi per poter attuare quel balzo digitale necessario a mantenere alta la produttività pur nella diminuzione drastica della mobilità. Abbiamo aumentato la mole di lavoro agile, passaggio che ha richiesto l’impegno di tutti i reparti nell’adattare, alle nuove modalità digitali di interazione, procedure ed abitudini consolidate. Anche nella fase 2 e negli sviluppi successivi abbiamo deciso di mantenere in atto lo smart working. Riscrivere le modalità di rapporto con i clienti ha significato naturalmente testare e avviare nuovi metodi sicuri per la consegna delle attrezzature a noleggio. Come Centro IPAF (International Powered Access Federation) è sempre stata nel nostro DNA l’attenzione alla sicurezza, questa forma mentis ci ha sicuramente agevolato in questi mesi in cui ci siamo avvalsi del know-how relativo ai rischi legati al lavoro in quota, nel nuovo contesto di rischi legati invece all’emergenza sanitaria. Alla ripresa delle attività a pieno regime, in aggiunta alle misure già attuate, abbiamo avviato un nuovo servizio di sanificazione. Per gli oltre 400 mezzi che compongono il nostro parco attrezzature, abbiamo garantito ad ogni consegna un’accurata pulizia e sanificazione della cabina, in modo che ogni nuovo utilizzatore si sentisse sicuro e a suo agio durante il lavoro. Come azienda di noleggio i nostri clienti sanno che il supporto della nostra flotta è un modo efficace per limitare i rischi finanziari e poter contare su attrezzature sempre di ultima generazione, il vantaggio dell’estrema flessibilità, in un momento incerto come quello che stiamo vivendo, è un plus con il quale, gli investimenti sulla proprietà, non possono attualmente competere. La pandemia ha reso ogni imprenditore ancora più conscio delle sue responsabilità sociali, le aziende hanno avuto il dovere di continuare ad erogare beni e servizi e al contempo mantenere un’attenzione altissima per la tutela sanitaria del personale coinvolto e del cliente finale. Tutto ciò ha influito non solo sui processi ma anche sugli investimenti necessari per l’attuazione dei protocolli, in un momento in cui tutto il comparto edile, player fondamentale nel nostro portafoglio clienti, sia avvia verso un rallentamento. La sfida di oggi è mettere in atto tutte le capacità imprenditoriali per trovare gli strumenti adatti a superare il momento di flessione economico, una sfida che si gioca sulla visione concreta di nuovi assetti. Info: www.elevateur.it