Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Faloria SpA dal 1939 un brand di Cortina tra piste mozzafiato e impianti sempre più moderni

Quando, il 5 febbraio del 1939, fu inaugurata a Cortina D’Ampezzo la funivia Faloria, all’epoca denominata Principe di Piemonte, a salutare l’entrata in funzione uno dei primi impianti realizzati in quella zona c’erano alcune tra le più alte autorità del governo in carica, compresa Edda Ciano Mussolini a cui venne intitolato il rifugio. Oggi, trascorsi da allora oltre 80 anni, la Faloria è ancora una delle più importanti infrastrutture del Dolomitisuperski e la società ha appena celebrato l’importante anniversario con l’apertura della nuova pista nera intitolata in omaggio al testimonial del luogo: “Scoiattolo”. A farsi carico dell’investimento è stata la Faloria, che già in passato ha realizzato numerose piste, comprese alcune nere riservate a sciatori esperti. In un’ottica di continua promozione della attività è inoltre previsto in futuro anche il ritorno in funzione dell’impianto che porta a Forcella Stunies, il che rappresenterebbe un’altra importante tappa nella sempre più qualificata opera di valorizzazione del comprensorio Dolomitisuperski. «Il nostro scopo – spiega il presidente della società Faloria, Alberico Zardini – è offrire ai turisti servizi sempre più ampi. Sia in estate che in inverno siamo i primi ad aprire e gli ultimi a chiudere in tutta la zona e il nostro staff garantisce piste ed impianti perfettamente funzionanti». L’amministratore delegato Enrico Ghezze, sottolinea invece come, oltre ad inaugurare la nuova pista dello Scoiattolo, l’azienda si sia anche impegnata ad offrire ai turisti la migliore accoglienza a 360 gradi: «Il rifugio Faloria – afferma Ghezze – è all’avanguardia ed è dotato di area benessere, il ristorante offre la miglior cucina del luogo e serve agli ospiti gustosi e prelibati piatti tipici». Info: www.faloriacristallo.it