Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Fantini Italia, storia a lieto fine di un’azienda leader mondiale nel comparto dell’agricoltura

Le storie a lieto fine, si sa, lasciano emozioni particolari. È il caso di Fantini Italia srl, azienda di Medole (Mantova), che grazie al lavoro di tutti — dai livelli dirigenziali alle “preziose” maestranze — ha trasformato una situazione critica in una grande opportunità di rilancio. Tutto grazie ad una realtà di caratura internazionale venuta dall’America. Oggi la società è specializzata nella produzione di testate di raccolta per mais, girasole e sorgo ed è leader mondiale nella produzione di testate per la raccolta del ricino, specie in America Latina. Ma per raccontare questa storia occorre partire dal principio. È il 1968 quando Ambrogio Fantini, proprietario di  un’officina di riparazione e distribuzione delle testate per la raccolta del mais, decide di iniziare a costruire i prodotti fino ad allora acquistati in Germania. Dopo qualche anno il prodotto era pronto per le più importanti fiere del settore. Col tempo molte sono state le novità introdotte dalla Fantini: negli anni ‘80 la prima testata per la raccolta a file del girasole e sorgo; negli anni ‘90 le trasmissioni mediante scatole e riduttori al posto delle semplici e fragili catene; nel nuovo millennio arrivano le migliorie rivolte ad ottimizzare le prestazioni e l’ampliamento della gamma, con i pick up per la raccolta in andana, degli adattatori per le macchine da trincia ed i carrelli di trasporto. Una serie di scelte gestionali rivelatesi infelici ed investimenti poco accorti attuati alcuni anni dopo, portano però la società ad attraversare un’imbarazzante situazione finanziaria, costringendo la Fantini srl a chiedere, nel 2016, il concordato preventivo, omologato due anni dopo. L’impegno dell’allora nuovo amministratore (oggi direttore generale), il Dr. Nicola Bonacini, e di un team di legali e consulenti ha permesso che, dopo quattro anni di lavoro, l’attività dell’azienda venisse riorganizzata ed ottimizzata, riducendo i costi ed aumentando la marginalità. E qui c’è il lieto fine. A raccontarlo è il dg: «L’azienda – spiega Nicola Bonacini – divenuta di nuovo appetibile, viene acquistata dagli americani Mark Hatloy e Ken Nordstrom, proprietari della Hamilton Systems Inc del  ord Dakota, già importatore e distributore in esclusiva dei  prodotti a marchio Fantini in Usa e Canada». Perseguendo continuità aziendale, knowhow, brand value ed inserendo in azienda nuovi capitali e professionalità, Fantini Italia srl si presenta oggi con un background di competenze tecniche derivanti dagli oltre 50 anni di esperienza e al contempo come una realtà snella, giovane ed affamata, con progetti di rinnovamento avviati ed altri più ambiziosi da realizzare nel prossimo quinquennio. «Qualità e affidabilità raggiunte ci consentono di offrire alla clientela una garanzia di 4 anni sugli organi di trasmissione sottoposti a sforzo meccanico. Inoltre, nei magazzini disponiamo di tutti i pezzi di ricambio per la manutenzione delle testate di raccolta, considerando che ancora oggi testate Fantini con più di 30 anni continuano a lavorare». I mercati coperti sono di respiro globale, con punte d’eccellenza nel Nord ed Est Europa, in Francia e Usa, fino a toccare Sud Africa, Russia ed Estremo Oriente». Info: www.fantiniworld.com