Girardi Energia punta sul progetto idroelettrico. Partono i lavori per la realizzazione del nuovo impianto

La transizione ecologica passa anche attraverso il recupero e la valorizzazione di strutture storicamente vocate alla produzione di energia da fonti rinnovabili, limitando al massimo le nuove opere con interventi rispettosi del contesto. È la filosofia alla base del nuovo impianto Santa Margherita a Torre Pellice, giunto finalmente alla fase di cantierizzazione al termine di un lungo iter autorizzativo.

 

Girardi Energia, storica realtà nell’ambito della produzione di energia da fonti rinnovabili, amplierà così il suo parco produttivo, attraverso il recupero di una centrale idroelettrica risalente ai primi anni del XX Secolo e oggi dismessa, con ricadute importanti sul territorio anche dal punto di vista turistico. È prevista infatti la realizzazione di un percorso didattico che andrà ad aggiungersi alla già ricca offerta di servizi presente nel Comune di Torre Pellice.

 

«Crediamo fortemente in questo progetto e nell’idroelettrico in generale» dichiara Paola Girardi amministratore, col fratello Luigi, di Girardi Energia «Nonostante le incertezze dovute a uno scenario normativo in evoluzione, la transizione ecologica non può prescindere da questa fonte, che contribuirà in modo significativo alla flessibilità e alla sicurezza dei sistemi elettrici, come sottolineato nel recente rapporto dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE)».

 

Info: www.girardienergia.com