Gruppo EcoEridania: economia circolare nel campo dei rifiuti sanitari

Il Gruppo EcoEridania da sempre pone alle basi del proprio lavoro un profondo rispetto per l’ambiente e per tutto quello che gira intorno all’economia sostenibile. «Si può rispettare l’ambiente portando avanti la qualità» spiega, infatti, il Presidente, Andrea Giustini.
Da tempo in Europa le aziende più orientate all’innovazione si stanno muovendo per integrare l’economia circolare nel proprio modello di business. Grazie a una leadership attenta e al supporto di tecnologie all’avanguardia, anche nella cultura aziendale del Gruppo EcoEridania l’ecosostenibilità è al primo posto ormai da anni.

 

Da rifiuto a energia: il termovalorizzatore di Forlì
Per quel che concerne il mondo dei rifiuti sanitari, dal 2016 Gruppo EcoEridania conta tra le proprie fila anche Essere Spa e il suo termovalorizzatore con recupero di energia, grazie a cui mette in atto i principi cardine dell’economia circolare.

 

Ogni giorno a Forlì vengono gestiti oltre 25mila contenitori in polietilene per rifiuti sanitari. Normalmente sterilizzati e poi reimmessi nel circuito di distribuzione, a fine vita tali imballaggi vengono triturati e fusi per creare nuovi contenitori identici da utilizzare per il medesimo scopo.
La struttura si compone di due forni rotanti alimentati dai rifiuti speciali, pericolosi e non,  bruciati a temperature che oscillano tra i 950 e i 1100 gradi. Al suo interno vi è un’area, attiva a ciclo continuo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, in cui quotidianamente vengono messi in atto i processi di termodistruzione e incenerimento dei rifiuti con recupero di energia, grazie ai quali è possibile ricavare energia termica totalmente riutilizzata nel processo produttivo, senza far uso di fonti esterne non rinnovabili. Info:

 

www.gruppoeridania.com