Bitia, la start-up diventa impresa

Il nome, Bitia, sembra ripercorrere il viaggio che dal Bit all’Intelligenza Artificiale ci porta alla trasformazione digitale in atto. In nome omen. In effetti il nome è stato di buon auspicio per Bitia, il system integrator torinese che dal 2016, anno di fondazione, si è distinto per capacità di risposta alle esigenze di un mercato sempre più dinamico. La società opera nello sviluppo e nei servizi software fornendo soluzioni per i trend più “caldi” del digitale, spaziando dalla system integration e soluzioni verticali, al process management ed al machine learning. Bitia è certificata ISO27001 per la sicurezza delle informazioni e ISO9001 per la qualità, riconoscimenti importanti in un momento dove sicurezza e robustezza delle soluzioni sono indispensabili. Non sorprende quindi che Bitia annoveri tra i propri clienti grandi imprese dell’industria siderurgica, automotive, aereonautica e farmaceutica, oltre le PMI.

 

 

Innovazione su misura. “Uno spazio vitale dove far crescere il tuo business” si legge sull’insegna del Polo Tecnologico di via Antonelli 10 a Collegno, dove Bitia ha installato la sede operativa facendo suo il motto del distretto: una crescita continua anno su anno, forte di un approccio riconosciuto dai clienti che necessitano di un partner che li affianchi nelle scelte strategiche, ripensando i processi mettendo il «digitale» al centro. L’esperienza nei contesti enterprise, unita a flessibilità ed agilità, costituisce il mix che colloca Bitia al servizio dell’azienda che deve far fronte al cambiamento con un percorso che inizia dal proprio livello di maturità tecnologica. Ripensare il business per mettere il «digitale» al primo posto è la strategia che sta guidando le aziende in tutti i settori. Logica conseguenza per Bitia è l’impegno nella ricerca e nella formazione del personale per fornire soluzioni all’avanguardia, consapevole di come l’innovazione si muova nei mercati a velocità differenti ed occorre gestirla con decisioni razionali in funzione del contesto, preservando gli investimenti sostenuti dalle aziende.
“Creare rete”.

 

 

Nel 2021 Bitia ha acquisito il 30% di TomorrowData che sviluppa Iottly, una piattaforma cloud per la gestione di smart device. Bitia detiene inoltre il controllo di Sysdev, start-up che produce SHBox, la “scatola nera” per il monitoraggio strutturale di ponti, edifici, strade. In ambito IoT e Industria 4.0, Bitia fornisce soluzioni full-stack, coprendo l’intera catena di valore del progetto. Le relazioni strategiche con i vendor di tecnologia fanno seguito sia all’impegno di Bitia a fornire soluzioni affidabili, sia all’attitudine nel creare rete con partner e clienti del territorio per promuovere e partecipare attivamente alla trasformazione digitale del Paese.

 

 

Info: www.bitia.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

MECSPE 2022 fotografa l’evoluzione in chiave digitale e tecnologica dell’industria
L’industria manifatturiera sta attraversando, fra transizione 4.0 ed ecologica, un momento di profondo cambiamento. MECSPE, da vent’anni, fotografa l’evoluzione dei settori produttivi italiani ed esteri attraverso una rassegna di aziende, eventi e iniziative che diventa più ricca di edizione in edizione. Configurandosi come punto di riferimento per i professionisti delle tecnologie industriali, MECSPE non è […]
Cyber-Security, quali pericoli e quali soluzioni per le aziende?
Il 27% delle risorse totali del PNRR sono destinate alla transizione digitale: già solo questa cifra dà una chiara immagine di quanto importante sia l’evoluzione in chiave digitale delle attività produttive, dei servizi e della pubblica amministrazione. Un aspetto fondante del processo di digitalizzazione è la sicurezza informatica.   Un impulso notevole alla digitalizzazione delle […]
Digital Transformation e Industria 4.0 al centro del PNRR per il rilancio dell’economia
Digitalizzazione: non “se”, ma “quando e come”   Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ha portato ancora una volta al centro dell’attenzione l’importanza, per l’imprenditoria italiana, di rinnovarsi in chiave digitale. Non è un caso se la Digital Transformation si trova al secondo punto delle linee guida del PNRR, subito dopo la Transizione […]