CSO orgoglio italiano nel mondo

In un’epoca di continue delocalizzazioni e di interferenze di gruppi stranieri nel Paese, c’è chi ancora resiste e rimane attaccato alle proprie radici, mantenendo la produzione sul territorio.
Parliamo di CSO, storica realtà fiorentina e motivo di orgoglio internazionale, che dal 1967 produce ed esporta strumenti oftalmici in oltre 70 paesi nel mondo.
L’azienda, fondata da Sergio Mura e Giuseppe Matteuzzi, oggi è guidata dalle sorelle Veronica e Gilda Mura e può contare su 180 dipendenti, due uffici ricerca e sviluppo e uno stabilimento produttivo di 13.000 mq.

 

Qualità, innovazione e ricerca sono sempre stati il cuore dell’azienda, che produce strumenti diagnostici ad alta tecnologia quali Lampade a Fessura, Scheimpflug Camera, Fundus Camera, Topografi Corneali e il prodotto di punta “MS-39” OCT del Segmento Anteriore, utilizzato in tutto il mondo.
Oggi l’export rappresenta circa il 90% del fatturato e la produzione è suddivisa tra strumenti a marchio proprio e strumenti per clienti specifici operanti nel medesimo settore, con infinite possibilità di personalizzazione.
è proprio questa “darwinistica” capacità di adattarsi al cambiamento che ha permesso a CSO di prosperare e conquistarsi una fetta sempre maggiore nel mercato
dell’oftalmologia.

 

«Investire con successo significa anticipare le anticipazioni degli altri» diceva John Maynard Keynes ed è secondo questo principio che l’azienda ha sostenuto, in tempo di pandemia, un importante investimento. Recentemente, alla presenza del sindaco di Scandicci, è stata infatti inaugurata la nuova officina meccanica CSO di 3.000 mq, allestita secondo i principi della “Industry 4.0”.
«Investire nell’azienda significa essere lungimiranti e ottimisti» – commenta Veronica Mura CEO dell’azienda. «Ma anche gli investimenti devono seguire una strategia per portare ritorni e successo. Su queste basi abbiamo ampliato la nostra officina meccanica, rendendola più performante, attrezzata con le migliori macchine a controllo numerico e tecnologia 4.0, pronta per soddisfare le richieste del mercato».

 

Tuttavia la tecnologia non basta: occorre poter contare su personale qualificato, come conferma Veronica Mura: «La produzione CSO necessita di manodopera specializzata e di esperienza. La nostra è una meccanica di precisione quindi il capitale umano è essenziale. Avere dei collaboratori professionali è una condizione irrinunciabile per la nostra azienda. Avere un’officina meccanica all’avanguardia, moderna, funzionale e confortevole, rappresenta per CSO una marcia in più: un investimento non indolore ma necessario, che siamo certi ci
ripagherà».

 

Info: www.csoitalia.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

MECSPE 2022 fotografa l’evoluzione in chiave digitale e tecnologica dell’industria
L’industria manifatturiera sta attraversando, fra transizione 4.0 ed ecologica, un momento di profondo cambiamento. MECSPE, da vent’anni, fotografa l’evoluzione dei settori produttivi italiani ed esteri attraverso una rassegna di aziende, eventi e iniziative che diventa più ricca di edizione in edizione. Configurandosi come punto di riferimento per i professionisti delle tecnologie industriali, MECSPE non è […]
Cyber-Security, quali pericoli e quali soluzioni per le aziende?
Il 27% delle risorse totali del PNRR sono destinate alla transizione digitale: già solo questa cifra dà una chiara immagine di quanto importante sia l’evoluzione in chiave digitale delle attività produttive, dei servizi e della pubblica amministrazione. Un aspetto fondante del processo di digitalizzazione è la sicurezza informatica.   Un impulso notevole alla digitalizzazione delle […]
Digital Transformation e Industria 4.0 al centro del PNRR per il rilancio dell’economia
Digitalizzazione: non “se”, ma “quando e come”   Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ha portato ancora una volta al centro dell’attenzione l’importanza, per l’imprenditoria italiana, di rinnovarsi in chiave digitale. Non è un caso se la Digital Transformation si trova al secondo punto delle linee guida del PNRR, subito dopo la Transizione […]