Edor presenta MIDA, il gestionale fuzzy

Il Gruppo Edor ha implementato il pacchetto MIDA attraverso un’evoluzione di circa 40 anni di esperienza nello sviluppo e l’utilizzo di applicativi gestionali.
Il software MIDA, la cui ultima versione è stata sviluppata anche grazie al contributo del MIUR, è dal punto di vista tecnico, un framework applicativo, in grado di essere facilmente esteso per incorporare tutte le necessità aziendali.

 

Quindi, MIDA non è più solo un applicativo gestionale, ma un vero e proprio modello di riferimento per l’azienda, che in esso può trovare uno strumento potente ed efficace per affrontare in modo complessivo la sfida delle nuove necessità.
Da queste premesse nasce la nuova società Edor Fuzzy World, il cui obiettivo è quello integrare il software “tradizionale” MIDA con le nuove possibilità offerte dalla logica Fuzzy.
Prima di descrivere le applicazioni su cui stiamo attualmente lavorando, vorrei brevemente riassumere il tipo di esperienza che ci ha portato ad orientarci verso questo ambiente, esperienza che ha trovato nell’incontro con un personaggio straordinario, Lofti Zadeh all’Università di Berkeley, l’occasione propizia. Lofti Zadeh ci parlò dei suoi lavori presso l’università ed in particolare ci parlò della Logica Fuzzy. Naturalmente, per nessuno di noi l’argomento era familiare, ma io fui particolarmente colpito sia dalla persona sia dagli argomenti (assolutamente ignoti) a cui ci introdusse.
Quando tornai in Italia cominciai ad approfondire l’argomento e lo trovai straordinariamente interessante, non solo dal punto di vista culturale ma soprattutto dal punto di vista applicativo. Man mano che capivo meglio le tracce che mi aveva fornito il Prof. Zadeh e condividevo con i miei studenti l’entusiasmo per l’argomento, mi convincevo che quanto imparavo non solo era interessante ma con enormi punti di applicabilità innovativa.

 

Ad oggi, l’argomento principale di cui mi occupo è l’applicazione della logica fuzzy che ho avuto modo di consolidare ed integrare nei miei ambienti di lavoro; l’ultimo progetto di cui mi sto occupando è un vecchio amore: la previsione dei prezzi di borsa.

 

Nel visore di fianco viene evidenziata la previsione di borsa di un titolo. Sono evidenziati:
– In verde: una previsione fatta con strumenti tradizionali (interpolazione lineare); ovviamente, suddividendo l’analisi in periodi più ridotti, il risultato sarebbe stato migliore ma mio modesto parere non pari a quello dell’analisi fuzzy;
– In rosso: i prezzi di borsa osservati;
– In blue: i prezzi stimati giorno per giorno con un modello fuzzy e integrandolo con un algoritmo genetico.

 

Info: www.edor.it

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO

MECSPE 2022 fotografa l’evoluzione in chiave digitale e tecnologica dell’industria
L’industria manifatturiera sta attraversando, fra transizione 4.0 ed ecologica, un momento di profondo cambiamento. MECSPE, da vent’anni, fotografa l’evoluzione dei settori produttivi italiani ed esteri attraverso una rassegna di aziende, eventi e iniziative che diventa più ricca di edizione in edizione. Configurandosi come punto di riferimento per i professionisti delle tecnologie industriali, MECSPE non è […]
Cyber-Security, quali pericoli e quali soluzioni per le aziende?
Il 27% delle risorse totali del PNRR sono destinate alla transizione digitale: già solo questa cifra dà una chiara immagine di quanto importante sia l’evoluzione in chiave digitale delle attività produttive, dei servizi e della pubblica amministrazione. Un aspetto fondante del processo di digitalizzazione è la sicurezza informatica.   Un impulso notevole alla digitalizzazione delle […]
Digital Transformation e Industria 4.0 al centro del PNRR per il rilancio dell’economia
Digitalizzazione: non “se”, ma “quando e come”   Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ha portato ancora una volta al centro dell’attenzione l’importanza, per l’imprenditoria italiana, di rinnovarsi in chiave digitale. Non è un caso se la Digital Transformation si trova al secondo punto delle linee guida del PNRR, subito dopo la Transizione […]