Isenet Biobanking, una realtà italiana al servizio della ricerca

Hélène Carlus-Charles, AD di ISENET Biobanking, di cosa si occupa la sua società?
ISENET Biobanking è una filiale al 100% di Air Liquide Sanità Services, parte del gruppo Air Liquide. È nata nel 2018 dalla volontà di mettere l’eccellenza operativa di Air Liquide a disposizione della comunità scientifica e sanitaria creando una rete europea di biorepositories per la gestione di campioni biologici e prodotti biofarmaceutici. La struttura, 400m2 di laboratorio e sala di crioconservazione all’interno del Polo Scientifico e Tecnologico MultiMedica a Milano, opera con un sistema di gestione della qualità certificato ISO e in accordo alle linee guida GMP (Good Manufacturing Practices). Inoltre, facciamo parte di Assobiotec e della rete di biobanche italiane BBMRI-IT.

 

Quali sono i servizi offerti da ISENET Biobanking e chi sono i clienti a cui vi rivolgete?
Siamo specializzati nel “freddo”. Conserviamo a temperatura criogenica materiale biologico e biofarmaceutico per istituzioni pubbliche e private, che operano nell’ambito delle biotecnologie nel settore delle scienze della vita. Due esempi pratici: ospitiamo congelatori a -80°C dove sono stoccati campioni COVID-19 positivi destinati alla ricerca; conserviamo in vapori di azoto a -150°C cellule staminali che cresciamo e controlliamo nei nostri laboratori, e distribuiamo in tutto il mondo.

 

Per concludere, quali sono le vostre priorità per 2021?
Siamo una realtà giovane e in forte sviluppo. Nel 2021, continueremo a concentrarci sulla qualità della nostra offerta e sulla soddisfazione dei nostri clienti per coltivare le attuali partnership e svilupparne di nuove. Info:

 

www.isenetbiobanking.com