Makos MX, una porta che dialoga con voi per gestire, ovunque vi troviate, gli accessi di casa

La porta è dotata di una speciale videocamera che consente di contattare il proprietario anche quando si trova in giro per il mondo, da dove è possibile ricevere, su smartphone, la chiamata del campanello di casa per rispondere, vedere il visitatore, dialogare con lui, aprirgli la porta tramite la serratura motorizzata.
La telecamera che registra su SD interna accessibile anche da remoto, può essere programmata per analizzare eventi logici e darne riscontro, ad esempio se una persona sosta davanti alla porta oltre il tempo stabilito dalla programmazione.

 

Quanto sintetizzato rappresenta la massima evoluzione raggiunta da una porta di sicurezza le cui potenzialità si aggiungono a quanto già previsto nei modelli meno sofisticati che propongono comunque funzioni molto avanzate, quali la motorizzazione degli organi di chiusura azionabili tramite codici da tastiera, badge o lettori d’impronta digitale.
Fra tutti questi dispositivi desta particolare attenzione il meccanismo di movimentazione dell’anta che interviene dopo che la serratura motorizzata ha arretrato i chiavistelli aprendo l’anta per poi richiuderla a transito avvenuto.

 

L’impiego di questo meccanismo ha consentito a molte persone affette da disabilità di sovraintendere, in modo autonomo, all’ingresso di casa personalizzando velocità, forza di spinta ed angoli di apertura, sempre garantendo la sicurezza dell’utente.

 

Info: www.makos.it