Nuovi orizzonti di crescita per CNP Energia

Leader per l’efficientamento energetico, integra la sicurezza microbiologica

«Dal 1973 una crescita che non trascura qualità e servizio nel segno della trasparenza, dell’attenzione al cliente e della sostenibilità»

Professionalità e tecnologie restano valori imprescindibili

 

Se c’è un’esigenza che la pandemia ha creato è quella di poter vivere in sicurezza gli ambienti ospedalieri e gli uffici pubblici e privati. Il contenimento del contagio è divenuto un imperativo ed è subito risultato evidente che per riuscirci fosse necessario intervenire puntando sulla professionalità e su tecnologie all’avanguardia, capaci di garantire la rimozione di virus dagli ambienti, dall’aria e dalle superfici.

 

«Renderci conto che potevamo mettere la nostra esperienza al servizio di questa nuova esigenza è stato un passo naturale», spiega la presidente di CNP Energia Tessa Fascia Bressi. «Puntando su partnership con aziende altamente innovative e investendo su ricerca e innovazione abbiamo ampliato il nostro core business». E quello che arriva da CNP Energia è il più chiaro esempio di come la migliore imprenditorialità possa rispondere ad una crisi planetaria per dare il proprio contributo e al tempo stesso riuscire ad individuare nuovi orizzonti di sviluppo.

 

Un ampliamento, beninteso, che non ha tradito i valori fondanti della società, vale a dire qualità e servizio, nel rispetto di tre concetti chiave: trasparenza, attenzione al cliente e sostenibilità. «Non ci basta stare al passo con i tempi – ricorda l’AD Vincenzo Sganga – vogliamo anticiparli grazie alla combinazione virtuosa tra l’esperienza accumulata e un indomito spirito di innovazione».

 

Tutto questo mettendo sempre al primo posto la sostenibilità economico finanziaria, sociale e ambientale, per garantire condizioni di benessere, sicurezza, comfort. Tre componenti che ispirano da sempre il piano d’azione per lo sviluppo sostenibile promosso da CNP.

 

Nell’ottica di questo miglioramento evolutivo il management ha definito nel tempo una nuova strategia: dalla compliance alla performance e si traduce in efficienza e crescita a 360°. Ma anche, come detto, nell’ampliamento del core business in nuovi settori e servizi. Si può dire che CNP non ha seguito una strada già battuta, ma ha creato la propria, prima consolidandosi nell’efficientamento energetico, del Facility & Energy Management e del Global Service Tecnologico, poi accrescendo la propria offerta puntando anche sulla sicurezza microbiologica e integrando la realizzazione di nuovi impianti.

 

In questo cammino c’è un punto di passaggio che segna un “pre” e un “post”, nel 2020 Combustibili Nuova Prenestina S.p.A. cambia denominazione e diventa CNP Energia S.p.A.. Il termine Combustibili, infatti, non era più in linea con la mission di CNP, che opera ormai nell’ottica di un futuro “green”. Il cambio di denominazione è insomma la naturale conseguenza di un’evoluzione che non tradisce le proprie origini, ma che al tempo stesso è proattiva rispetto alle mutevoli esigenze del mercato.
Così, pur restando centrale l’efficientamento e la gestione di edifici pubblici e privati, CNP Energia ha spostato l’accento sull’individuo, per garantire – oltre al comfort ambientale che deriva dall’ottimizzazione del bilancio energetico – la massima sicurezza sanitaria. «Il 50 per cento dei nostri clienti – aggiunge Sganga – è costituito da ospedali, l’altro 50 per cento da uffici aperti al pubblico.

 

Negli anni abbiamo trasformato immobili pubblici rendendoli “Nearly Zero Emission Building”. Questo significa realizzare radicali interventi di efficientamento energetico tali da trasformarli in edifici ad elevatissima prestazione, il cui consumo energetico è quasi zero, come pure l’impatto nocivo sull’ambiente. Nel nostro DNA c’è la capacità di distinguerci per la ricerca e l’utilizzo di tecnologie innovative nella realizzazione dei nostri impianti, e questo ci ha consentito nel tempo di porci come punto di riferimento per le Istituzioni e le Imprese. Oggi quella fiducia si è tradotta in una richiesta ulteriore: garantire anche la sicurezza microbiologica degli ambienti. Una richiesta che abbiamo accolto consapevoli della grande responsabilità che porta con sé».

 

Di qui le prime importanti esperienze al servizio degli ospedali e dei reparti Covid, così da rispondere a tutte le Linee Guida provenienti dal Ministero della Salute anche su indicazione dell’Istituto Superiore di Sanità.
Una crescita, ricordano dal management, che non può prescindere dallo sviluppo tecnologico e da un ampliamento verso altri settori. Entra in campo una divisione che si occupa della progettazione e realizzazione di ambienti “smart”, con tutte le caratteristiche necessarie alla protezione dal rischio microbiologico.
Quanto alle nuove tecnologie, sono diverse le soluzioni che CNP Energia ha introdotto nella gestione della sicurezza microbiologica degli edifici. Una delle applicazioni più importanti è quella che serve a garantire la purificazione dell’aria in contesti ad alto rischio, come possono essere gli ospedali e in modo particolare i reparti Covid. CNP Energia utilizza procedure collaudate e tecnologie che sfruttano filtri di ultima generazione per garantire la massima sicurezza degli ambienti che necessariamente devono essere frequentati da molti utenti.

 

«La continua ricerca di ambiti nuovi e la capacità dei diversi reparti della nostra società di comunicare tra loro – conclude Sganga – ci ha portato a spingerci ben oltre la nostra zona di comfort. Abbiamo costruito partnership con aziende ad alto contenuto tecnologico e siamo certi che molte altre collaborazioni nasceranno nei prossimi mesi e nei prossimi anni. Crediamo molto in questo settore che, ne siamo certi, nel medio-lungo periodo è destinato a crescere esponenzialmente».

 

Numeri alla mano, la strategia imprenditoriale portata avanti dal management di CNP Energia ha consentito di raggiungere già nel 2020 due obiettivi non da poco: tenere pressoché invariato il fatturato rispetto al 2019 nell’ambito dell’efficienza energetica nonostante le evidenti problematiche del Covid, e aumentare di quasi 20 unità l’organico (che oggi si attesta su poco più di 200 dipendenti). Tracciata la rotta, CNP Energia può guardare al futuro con la certezza che i nuovi investimenti e i progetti messi in campo porteranno ad incrementare il fatturato già dal 2021, con ottime prospettive di crescita per gli anni a venire.

 

Info: www.cnpenergia.it