Open Service: on line come in negozio

Il Coronavirus ha inflitto un drammatico stop alle attività commerciali. Per non soccombere è necessario reinventarsi e rimanere in contatto con il cliente, riempiendo il “vuoto” di relazione tra consumatore e personale di vendita con l’utilizzo degli strumenti digitali. Un’operazione, per molti, complessa e impegnativa.
Open Service, azienda veronese leader nel digital marketing per il retail, realizza strumenti e strategie efficaci per permettere agli operatori del settore di creare nuove opportunità di vendita.
Accompagnando i brand in un ripensamento e un ritorno alla relazione umana e al valore della consulenza, ha lanciato sul mercato una serie di strumenti innovativi di fidelizzazione che puntano a ristabilire il contatto umano tra addetto alle vendite e consumatore, arricchendo la customer journey.

 

Le tappe dell’itinerario che il consumatore segue per interagire ed effettuare i suoi acquisti sono sempre più popolate da canali digitali, la cui sequenzialità è difficilmente prevedibile. Open Service ha fatto della creazione di un’esperienza fluida tra on e offline la sua mission trasformandola in un dialogo costante e quindi un’opportunità. «In questo periodo di distanziamento sociale, il calore del contatto umano è il valore più importante da trasmettere ai consumatori. La tecnologia deve essere al servizio di questa interazione facendo trasparire ad ogni contatto on ed offline tutta la professionalità e l’expertise del personale del punto vendita. Si punta ad un servizio personalizzato, ma soprattutto umano» spiega Alessia Grandis, CEO di Open Service.
Open Service costruisce strategie mirate e strumenti per incentivare il cliente a “tornare”.

 

Come la Digital Beauty Consultant, funzionalità della Customer Experience Platform Fedelium: un mix tra sostenibilità, tecnologia e contatto umano che aiuta il cliente a comprare on line con l’aiuto di un consulente della profumeria, in sicurezza e con tutti i plus di un acquisto in negozio.
Ma anche SaniSolutions, linea di dispositivi per la sanificazione di ambienti e terminali di pagamento, rendendoli sicuri al 100% e garantendo così a clienti e lavoratori la tranquillità di una sanitizzazione certificata.

 

«Poter accedere ai negozi e fare acquisti in totale sicurezza sarà ancora a lungo uno dei temi sul quale si concentreranno i brand. — commenta Alessia Grandis — Per questo abbiamo lanciato SaniPos, il nostro dispositivo per la sanificazione dei pos bancari in grado di eliminare, in appena 30 secondi, il 99,9% di virus grazie alla tecnologia avanzata dei raggi UV-C».
Offrire al cliente una vera e propria experience digitale diventa fondamentale per il retailer, così come attivare tutte quelle strategie che contribuiscono alla fidelizzazione, come mantenere costante la presenza e il contatto diretto nelle modalità e sui canali preferiti dal consumatore e rinsaldare così quel legame di fiducia che lo porterà a tornare all’interno dei negozi in totale sicurezza.

 

Info: www.openservicevr.com