Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Pitra e le nozze di acciaio Quarant’anni di dedizione per un materiale “sincero”

«L’acciaio è un materiale “sincero”, è sempre possibile constatarne lo “stato di salute”. Se sta per cedere flette, si contorce, te lo fa capire. Oggi esistono trattamenti che consentono di non manutenerlo per 50-100 anni ed altri per tenerlo in vita per molti di più, cosa difficile per il calcestruzzo». È un rapporto intimo quello che l’ing. Luca Paderno ha con l’acciaio. L’amministratore di Pitra, assieme al fratello Stefano ed alla sorella Roberta, sono forti dell’esperienza quarantennale della loro azienda nel campo della carpenteria metallica. Anni trascorsi a garantire qualità, sicurezza e professionalità grazie ad un team che fa della passione e della competenza le principali caratteristiche. Il resto l’ha fatta la capacità di mutare il business a seconda delle esigenze di mercato: «Siamo passati da produzioni in serie a realizzazioni dedicate. Oggi ci occupiamo della progettazione completa di edifici importanti, in campo industriale e civile. Professionalità che ha portato Pitra a lavorare in tutto il mondo: l’azienda ha infatti realizzato opere negli Usa come in Islanda, in Russia come in Medio Oriente fino al Sudafrica. Da inizio 2019 l’azienda ha poi una nuova sede di 22mila mq a Corzano (BS): «Il cambio di sede in occasione del quarantennale è solo una coincidenza. La sede storica di Trenzano è ancora lì, ma abbiamo qualche idea». L’acciaio è considerato il materiale del futuro per le costruzioni: «Sempre più realtà, anche importanti, stanno lasciando il calcestruzzo che, dopo il boom dei decenni passati, sta mostrando i suoi limiti. Noi possiamo realizzare i progetti internamente o lavorando su disegno dei clienti, mettendo sempre a loro disposizione il nostro bagaglio professionale». Info: www.pitra.it