Raccolta differenziata 4.0 plus

Il rilancio e il coordinamento delle politiche ambientali ed energetiche poggia su solidi pilastri, quali la sfida climatica, la limitazione dei consumi, la gestione delle risorse.
Un processo evolutivo e di rinnovamento globale, al tempo stesso tecnologico e culturale, che deve ridefinire, riequilibrandolo, il mix tra innovazione, crescita, consumo, riciclo e riutilizzo.
Anche il settore della raccolta differenziata sarà chiamato a svolgere un ruolo chiave, nuovo e costruttivo, di indirizzo oltre che di recupero, di efficientamento dei servizi di nettezza urbana, di incentivazione alla riduzione e alla separazione dei rifiuti, di trasformazione e ritorno ai cicli produttivi delle materie seconde.

 

In questo nuovo deal, KGN rappresenta un punto di riferimento sulla strada della transizione ecologica. Da quasi trent’anni, infatti, progetta, sviluppa e produce soluzioni tecnico-ambientali innovative, basate su sistemi informatizzati per il controllo dei conferimenti ai punti di raccolta sul territorio, connessi in cloud con tecnologie 4.0, che ne consentono la programmazione da remoto, il costante monitoraggio, la gestione di alert e parametri funzionali, comprese le richieste di svuotamento inviate da sensori volumetrici digitali installati in ogni contenitore.
I prodotti KGN sono all’avanguardia. La società detiene numerosi brevetti per soluzioni integrate — meccaniche, elettroniche e software — che intervengono durante l’intero processo di raccolta dei rifiuti, consentendo di rilevarlo, analizzarlo e governarlo. Esempio completo, molto attuale e largamente impiegato sono le Kupoline, i limitatori volumetrici informatizzati adottati recentemente anche da Veritas spa per tutto il comprensorio della provincia di Venezia. Montati su ogni cassonetto, questi dispositivi consentono di gestire i conferimenti di rifiuti in base a parametri territoriali, zonali, per materiale, white lists di abilitazione inviati dal server centrale a ciascuno di essi, ritrasmettendo giornalmente allo stesso i propri dati di funzionamento e di raccolta. Questo grazie a un’elettronica miniaturizzata dotata di identificazione rf-id, Bluetooth di ultima generazione e display oled a bilanciamento energetico fotovoltaico.

 

Tutti i dispositivi KGN (limitatori, press container, contenitori underground, sistemi di pesatura per i mezzi di raccolta, isole ecologiche, bidoni con microchip) si interfacciano con gli utenti attraverso card o App per smartphone, quest’ultima in grado di offrire funzioni quali la ricerca dei cassonetti e degli ecocentri più vicini, la verifica delle quantità conferite, per i turisti il pagamento on line degli smaltimenti, informazioni sulle modalità di separazione dei materiali e sulle possibilità di riciclare.
La raccolta differenziata 4.0 sarà un pilastro della transizione ecologica. KGN, con la sua esperienza e le sue tecnologie, lo sta già costruendo.

 

Info: www.kgn.it