Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Raccolta differenziata post covid

Dal Coronavirus la riscoperta dei valori dell’ambiente

La crisi covid-19 ha avuto un impatto doloroso ed economicamente devastante, ma ha anche rimesso in primo piano l’ambiente, le sue bellezze e la sua fragilità, nonché la necessità che l’uomo se ne prenda cura con le più moderne tecnologie e con comportamenti di consumo e di riciclo responsabili e corretti. Il settore della raccolta differenziata può e deve svolgere ancor più di prima un ruolo di guida e di controllo a fianco dei cittadini e delle imprese, garantendo la massima efficienza del servizio, sempre più moderno, comodo e su misura, e i massimi risultati nella separazione, nel recupero e nell’avvio al reimpiego dei materiali. KGN è da oltre vent’anni un punto di riferimento in questo campo. Sviluppa e produce innovative soluzioni tecnico-ambientali, che vanno dalla progettazione e costruzione delle attrezzature e dei sistemi di raccolta, alla loro gestione telematica attraverso tecnologie computerizzate che permettono un costante monitoraggio di tutte le fasi del ciclo dei rifiuti, dal conferimento, alla tassazione puntuale, dal controllo dello stato dei punti di raccolta, alle operazioni di svuotamento. La moderna raccolta differenziata si avvale di sofisticate soluzioni tecniche per la tracciabilità e la tassazione dei conferimenti, nella direzione di addebitare a ciascuno il servizio proporzionalmente alle quantità e alle qualità prodotte. I dispositivi KGN sono da sempre all’avanguardia. La società detiene numerosi brevetti per soluzioni meccaniche, elettroniche e software che intervengono durante l’intero processo di gestione dei rifiuti. Innanzitutto vi sono l’identificazione e i livelli di autorizzazione da attribuire agli utenti, residenziali e non, oggi gestiti attraverso l’app per smartphone che si affianca alle tradizionali card, mettendo a disposizione modalità e funzioni di supporto, come la ricerca dei punti di conferimento attivi, la verifica delle quantità conferite o ad esempio del credito residuo utilizzabile per smaltire, informazioni sulla separazione e sulle modalità di consegna dei materiali. Vi è poi una vasta gamma di dispositivi per il conferimento, necessari per identificare gli utenti, determinare o limitare le quantità che possono essere depositate in un certo periodo in e una certa zona, selezionare le qualità dei materiali, da riporre nei corretti contenitori in base a forme e volumi prefissati. Un esempio sono le ormai diffusissime Kupoline, limitatori volumetrici che fungono da interfaccia computerizzata su ogni cassonetto, per gestire i conferimenti sul territorio in base alle informazioni ricevute via cloud dalla sede centrale e a questa restituendo i dati giornalieri di funzionamento e di raccolta. Tutto grazie a una sofisticata tecnologia elettronica, alimentata da una minima tensione fotovoltaica a perfetto bilanciamento energetico. Altre applicazioni, tutte gestite attraverso un’unica piattaforma informatica e accessibili con la stessa app o card personale, sono i press container, i contenitori underground, i sistemi di pesatura per i mezzi di raccolta, le isole ecologiche, i bidoni con microchip. Info: www.kgn.it