Regulatory Pharma Net (RPN), accesso a nuove terapie

Nell’attuale panorama, l’emergenza Covid-19 ha posto l’attenzione dell’opinione pubblica sui processi che sono alla base dell’autorizzazione di un prodotto per la salute. Regulatory Pharma Net (RPN), azienda italiana fondata nel 1999, supporta il settore delle biotecnologie sugli aspetti di sviluppo, registrazione e immissione in commercio di prodotti in ambito lifescience. Come partner di aziende nazionali e internazionali, contribuisce allo slancio del biotech in tutto il mondo.

 

Anita Falezza, fondatrice di RPN, così commenta la presenza nel settore: «Sviluppare un prodotto medicinale e renderlo disponibile ai pazienti è un percorso complesso che richiede anni e che necessita di competenze altamente specializzate. Unendo il nostro impegno alla consolidata esperienza nel settore, affianchiamo i nostri clienti nell’implementazione di strategie di accesso al mercato, affinché nuove terapie innovative raggiungano rapidamente i pazienti».

 

«Molte delle imprese biotech con cui ci interfacciamo cercano un partner che possa accompagnarle durante lo sviluppo, la registrazione e la commercializzazione di un farmaco, con un servizio su misura altamente qualificato – continua Anita Falezza – Poter offrire competenze specializzate e differenziate in una singola realtà, genera una visione strategica che spazia attraverso i molteplici aspetti da considerare durante l’intero ciclo di vita di un farmaco o di un prodotto healthcare. Questa è una peculiarità che RPN propone nel panorama industriale di oggi».

 

Info: www.regulatorypharmanet.com