S.M.A.C. rilancia il “Made in Italy”

Soluzioni all’avanguardia in campo ingegneristico e sanitario

Se molte attività necessarie alla sussistenza dei cittadini possono continuare ad operare oggi, in questo momento particolare, è anche grazie all’intervento di alcune aziende che hanno saputo mettere a frutto la propria professionalità e creatività, con investimenti mirati a reinventare la propria produzione al fine di andare a sopperire la mancanza di strumenti di sicurezza resisi indispensabili con la diffusione del Covid-19. Ne è un testimone S.M.A.C., azienda vicentina che dal 1999 si occupa del settore delle automazioni industriali, robotica ed intelligenza artificiale 3D, che grazie alla sua maturata specializzazione ha saputo in questi mesi riconvertire la propria produzione, progettando una macchina automatica che sfrutta la tecnologia ad ultrasuoni, in grado di generare 2000 mascherine chirurgiche monouso di tipo 2 all’ora, e che porta in ogni sua singola componente la firma del “made in Italy”.

Dall’impulso del Presidente di S.M.A.C., Ivan Casetto, con il supporto dell’Ing. Roberto Boarina di Robotech International, sono nate pertanto “Mask Machine” e le sue mascherine “Prima”. Il nome prende spunto proprio dall’essere la prima mascherina realizzata totalmente da un macchinario con componenti e materiali integralmente “Made in Italy”, il tutto a voler valorizzare le nostre peculiarità professionali e a dare un certo respiro all’economia nazionale.

Diviene dunque questa la storia di un imprenditore veneto che non ha voluto rassegnarsi nel vedere il suo team di professionisti e collaboratori impotente e bloccato di fronte ad un evento di tale portata, e che da qui ha preso la forza per dare vita ad un’avventura imprenditoriale volta non solo ad uno scopo aziendale e tecnologico, ma soprattutto di forte valore umanitario e di sensibilità verso il territorio. Un “rimboccarsi le maniche” che ha saputo trasformare una crisi in un’opportunità e che ancora una volta sottolinea come sia fondamentale puntare sull’ingegno e sulle materie prime italiane. Un investimento di risorse importante ma che vuol porsi il fine di poter incrementare non solo il mercato interno, ma anche quello estero, con la distribuzione di eccellenze che testimonino la qualità e la fiducia dei prodotti “Made in Italy”.

“Prima” viene realizzata nel rispetto di tutte le norme CE sulla sicurezza, maggiormente garantite anche dall’uso di raggi UV-c per la sanificazione del processo produttivo, e commercializzata attraverso la creazione di Sanintek, azienda che si occupa della sua vendita ad imprese, personale sanitario e privati.

Il know-how consolidato, la forte propensione all’innovazione, la professionalità del proprio team, la costante ricerca dell’eccellenza e il rigoroso monitoraggio, fanno di S.M.A.C. un partner affidabile e pronto a rispondere con prontezza alle diverse esigenze della propria clientela, ed in questo frangente anche un vero e proprio punto fermo dell’orgoglio veneto!
Info: www.infosmac.it www.sanintek.com