Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Sitma a sostegno di ambiente e economia

Approccio sostenibile al mondo di packaging e logistica

Gli ultimi trimestri sono stati particolarmente significativi per Sitma, storica realtà di Spilamberto (MO) specializzata nello sviluppo di macchine e sistemi per confezionamento e smistamento per i centri logistici, la quale subito dopo aver festeggiato a fine 2019 la chiusura anticipata del concordato in continuità avviato 4 anni prima, ha salutato il 19 Marzo 2020 il proprio fondatore Aris Ballestrazzi, scomparso a causa del Covid-19. Un grande traguardo raggiunto e un movente personale ancora più forte, sono dunque i motori che spingono oggi la Sitma a guardare avanti con nuove idee e soluzioni concrete per affermarsi nel firmamento delle aziende italiane. In questo lasso di tempo, l’azienda ha fatto grandi passi avanti e ha avuto modo di raggiungere i gradini più alti nella scala della digitalizzazione. Un percorso quello di Sitma avviato già da alcuni anni per digitalizzarsi non solo internamente, e permettere così un approccio al lavoro più smart e fluido, ma anche verso l’esterno, a sostegno dei processi di innovazione e dello sviluppo in ambito di sostenibilità. Principi che Sitma ha fatto suoi attraverso l’implementazione dei processi quali il controllo completo dei dati che orbitano intorno alle proprie soluzioni di automazione, e ad una semplificazione dell’interazione tra uomo e macchina. Grazie agli investimenti in R&D ed al continuo monitoraggio dei trend di mercato, Sitma ha saputo gradualmente spostare negli anni il proprio focus dai settori più tradizionali, quali il post press ed il direct mail, ai settori più trainanti ed in crescita come packaging per e-commerce e smistamento logistico. Ed è proprio in questo ambito dove l’azienda ha saputo generare valore al di là delle proprie soluzioni e lungo tutta la filiera, implementando moderne tecnologie per la tracciabilità che permettono il matching di informazioni e l’indirizzamento selettivo. «Si tratta di un concetto che è centrale nel nostro modello di business, chiamato Sitma Sphere, che si basa sulla collaborazione tra l’R&D dell’azienda, i nostri fornitori e il mondo accademico» afferma Stefano Nanni CEO di Sitma. Dal punto di vista tecnologico, l’ultima frontiera su cui Sitma sta investendo è proprio il software. «Abbiamo già identificato target di M&A per possibili sinergie nei settori di riferimento attuali come l’e-logisitcs, per spostarci sempre più da Hardware producer a Service supplier» conclude Nanni, facendo riferimento alle strategie future di sviluppo. Uno dei progetti più importanti sui quali l’azienda sta lavorando in questo momento coinvolge Poste Italiane: si tratta di una commessa volta a incrementare il livello di automazione di poli operativi attraverso la fornitura di impianti per lo smistamento di pacchi. Per continuare il proprio percorso di innovazione, Poste ha infatti convertito alcuni dei propri centri per la meccanizzazione postale in poli logistici specializzati nella gestione dei pacchi — spesso di forma irregolare — legati all’e-commerce. Per questa commessa, Sitma non si è limitata a fornire macchine e sistemi, ma ha operato un ruolo di system integrator, ovvero di coordinatore di progetto e di vari fornitori in un’ottica di condivisione di intenti. Se pur dotata di una forte vocazione internazionale, l’azienda mantiene forte il contatto col territorio. Nel mese di maggio ad esempio ha messo a disposizione i propri macchinari e la propria forza lavoro per confezionare oltre trentamila mascherine per i comuni limitrofi. La straordinarietà di questo progetto, non risiede solo nel supporto al territorio in un momento di grande necessità come quello in cui ci troviamo, ma anche nel fatto che Sitma è stata la prima al mondo a confezionare le mascherine utilizzando la carta. Per quanto riguarda lo specifico ambito della sostenibilità ambientale, in cui è stata antesignana, Sitma ha scelto – a seguito di studi comparativi – di privilegiare la carta come soluzione per il confezionamento “green”. L’azienda è in grado di realizzare macchine e sistemi per il confezionano tramite carta di beni per il canale e-commerce, che vengono customizzati a seconda del volume e del contenuto del pacco. Soluzioni particolarmente apprezzate dagli operatori e-commerce, con i quali si stanno chiudendo contratti interessanti, in quanto in grado di risolvere praticamente tutti i problemi legati a questa difficile e frastagliata realtà.