Login

Partner dei più importanti editori italiani, da oltre 20 anni

Sorì: produzione casearia d’eccellenza

“La diversificazione dei canali distributivi, sarà la strada vincente”

Nessuno avrebbe immaginato ciò che è accaduto e che in parte sta ancora accadendo in Italia e nel Mondo; se ci avessero chiesto anni fa, ciò di cui avremmo avuto più timore per il futuro di un’Azienda, non sarebbe stato sicuramente un virus. Altri pensieri potevano piuttosto attanagliare la testa di un Imprenditore, ma, mai una situazione come quella avuta, che non ha risparmiato, anzi, ancora purtroppo non risparmia, nessun Paese del Globo. Sorì Italia, Azienda Casearia guidata dalla famiglia Sorrentino, tra i maggiori produttori di Mozzarella di Bufala Campana DOP e Fior di Latte tradizionale campano, si è trovata, come molte altre Imprese, a dover affrontare una fase del tutto inattesa, e dagli effetti ancora difficili da prevedere e misurare. «Le capacità “camaleontiche” e la flessibilità nell’adeguarsi alle mutevoli condizioni di mercato, unite ad uno spirito decisionale prudente, l’hanno sempre contraddistinta nella sua storia, e, sono le stesse che gli hanno permesso di trovare le migliori soluzioni al momento attuale – spiega Antonello Sorrentino, CEO di Sorì Italia –. Le scelte programmatiche di diversificazione su più canali e mercati, dalla Grande Distribuzione Mondiale all’Ho.Re.Ca senza tralasciare l’Industria (dai Pastifici al dolciario passando per l’industria Pizza), da sempre nel DNA di Sorì, sono risultate vincenti, e, sono la chiave di volta con cui si è affrontata questa emergenza; le stesse, hanno permesso alla nostra Azienda di trovarsi pronta alla riapertura del canale Ho.Re.Ca., da sempre punta di diamante, con molte novità e progetti. Il canale retail, soprattutto quello europeo, non si è mai fermato anzi, ha in parte compensato le perdite dell’Ho.Re.Ca., permettendoci di proseguire l’espansione già iniziata nel mese di Gennaio verso nuovi mercati, soprattutto extra UE». La Ristorazione – prosegue Gaetano Sorrentino, co founder dell’Azienda – settore bloccato completamente durante il lockdown e ancora in fase di lentissima ripresa, non ha dovuto attenderci ma, ci ha trovati e ci troverà, sempre più preparati, per ridare al comparto nuova linfa e slancio. I progetti di ampliamento pianificati, non si fermano e restano validi, trovando piena esecuzione nell’immediato futuro, grazie al fatturato in crescita. Abbiamo garantito la piena occupazione a tutti i nostri collaboratori, che, nonostante il momento difficile, con entusiasmo hanno deciso di “non mollare”, preferendo proseguire con grande orgoglio la propria attività, come una missione, sorretti comunque dai nostri standard igienico sanitari e di sicurezza, già di default tra i più elevati del comparto caseario italiano, che abbiamo comunque implementato secondo gli standard dettati dalle nuove direttive governative. Vedere il loro legame con l’Azienda mi ha reso e mi rende ogni giorno felice, e consapevole, che le scelte etiche fatte negli anni sono state corrette. Abbiamo inoltre garantito e garantiamo tutt’ora forniture e soprattutto regolarità nei pagamenti a tutti i nostri fornitori, con particolare attenzione alla nostra filiera latte, vaccina e soprattutto bufalina, core business dell’Azienda, da sempre supportata e aiutata nei momenti di difficoltà». Sorì è un’azienda con una lunga storia, iniziata nel lontano 1868. Ha sede in una zona d’eccezione dal punto di vista naturalistico, a ridosso del Parco Naturale di Roccamonfina, un’area protetta che prende il nome dall’omonimo vulcano estinto, dove la presenza di sorgenti d’acqua, insieme al latte di qualità, rivestono un ruolo importante per ottenere un prodotto riconoscibile e che riesce a distinguersi. Oggi ha una presenza capillare in tutta Italia, ed esporta in oltre 40 Paesi nel Mondo, ambasciatrice di rilievo del Made in Italy. «Siamo fiduciosi che si possa riprendere in tempi brevi la nostra vita di sempre, seppur con un approccio nuovo, consapevoli che il Mondo non sarà più lo stesso; una visione più ampia, che non si limiti solamente a risolvere i problemi più impellenti, sarà necessaria per dare vita ad un nuovo business più resiliente» – conclude Sorrentino –. Info: www.soritalia.com