Svila, la pizza che conquista ogni anno 24 milioni di palati in giro per il mondo

Nel cuore del Parco dei Monti Sibillini, poco fuori l’antico borgo di Visso (MC), dal 1974 Svila produce le sue pizze surgelate con la passione del primo giorno. Seguendo gli stessi movimenti: ci sono infatti persone che ogni giorno selezionano le materie prime, in modo che l’acqua del parco dei Sibillini si mescoli con prodotti di alta qualità, creando una biga (il primo impasto) che lieviterà 24 ore. La stessa viene suddivisa in palline di impasto che lieviteranno un’altra ora prima di essere stese e rifinite a mano, garanzia di qualità e gusto. Gusto a cui partecipa uno splendido forno a pietra, dove le pizze sono cotte secondo criteri ottimizzati in oltre 40 anni. C’è poi chi si occupa della farcitura, che avviene a crudo. Successivamente le pizze si dirigono al tunnel di surgelazione e al packaging. Sono cinque i continenti in cui arrivano le specialità di Svila. Centinaia di referenze riconducibili a 10 diverse gamme: la tradizionale Mamamia, ricette classiche, come la Margherita, dall’impasto sottile e croccante; Vissana, linea gourmet che predilige ricette uniche, con ingredienti DOP o tipici; Pinsa Romana, preparata con una miscela speciale di farine che la rendono soffice dentro e croccante fuori; Pizza alla Pala, con ricette nuove e sfiziose come rucola e pomodorini o salsiccia e patate; Verace del Golfo, sottile al centro e alta sui bordi; Pizza & Salute, linea salutistica con ingredienti dedicati al cibo funzionale; Linea Foodservice, snack riservati alla ristorazione creativa. Ecco Svila, insieme di persone che fanno da sempre una sola cosa: la pizza. E la fanno così bene che ogni anno nel mondo ci sono 24 milioni di palati soddisfatti. Info: www.svila.it