Technacy: permette alle aziende di avere il controllo sulla spesa e sui propri smartphones

Permettere alle aziende di avere il totale controllo del proprio parco dispositivi telefonici mobili ed essere in questo modo costantemente informati sui costi derivanti dall’accesso ai servizi in mobilità. È la funzione svolta dalle piattaforme di Technacy srl, società di Cervia (RA) nata nel 2011 e che oggi lavora in tutta Italia avendo come clienti grandi operatori telefonici come Tim e Vodafone: «Che a loro volta – spiega l’amministratore Vittorio Foschi – vendono la nostra piattaforma ai loro clienti. È ovvio che il traffico telefonico diventa tanto più importante quanto più le imprese viaggiano all’estero». L’ambito applicativo delle piattaforme di Technacy ricopre funzionalità di controllo del traffico dati/voce, della gestione degli asset e della sicurezza applicativa dei dispositivi. Legata all’estero la sfida più importante del 2020: «Quest’anno il nostro principale obiettivo è attivare un operatore non italiano con la nostra soluzione». Technacy conta 10 dipendenti che saliranno di 2-3 unità entro fine anno. «Il nostro fatturato è cresciuto nel 2019 del 40%, attestandosi sui 2,3-2,4 milioni di euro. Contiamo di arrivare a 3 milioni a fine 2020».
Info: www.technacy.it